sabato, 19 Ott, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

A Napoli il primo Campus Internazionale di Mandolino

0

Da oggi e fino al 10 agosto, a Napoli si tiene il primo Campus Internazionale di Mandolino. Attività didattiche, eventi e concerti sono in programma nella ex Chiesa di San Severo al Pendino, in via Duomo, e presso la Casa del Mandolino, la nuova sede dell’Accademia Mandolinistica Napoletana, in piazza Museo Filangieri. L’iniziativa, inserita nel programma dell’Estate a Napoli, è stata promossa dal presidente dell’Accademia, Mauro Squillante, e prevede la partecipazione di allievi provenienti da tutto il mondo, dal Canada all’Australia, dalla Croazia all’Inghilterra, pronti ad approfondire le tecniche della musica a plettro, con un fitto programma di lezioni individuali e collettive e di approfondimenti storico-culturali su un’arte antica e affascinante.

mandolini

Diversi i maestri che guideranno le lezioni: Leonardo Leospalluti, direttore d’orchestra, che nell’occasione presenterà il suo ultimo disco “Avison”; Davide Rebuffa, grande esperto di mandolini storici, uno dei pochissimi oggi in grado di suonare gli antichi strumenti secondo la tecnica usata nel passato; Lorenzo Marino, conoscitore della chitarra classica nella sua funzione di accompagnamento della musica a plettro; Mauro Squillante, mandolinista di fama internazionale; Gianluca Campanino, esperto di musica antica.

davide

Lunedì 8 agosto alle 21, a San Severo al Pendino, si terrà un concerto dedicato a “Le città invisibili” di Italo Calvino, progetto realizzato da Mauro Squillante e Sante Tursi; grazie a una mobilitazione internazionale di compositori, verranno eseguite musiche dedicate, intervallate dalle letture, in lingua italiana e inglese, di due attrici, Francesca Morgante e Susanna Ingram.

italo-calvino

Il 9 agosto, alle 18, sempre a San Severo al Pendino, è previsto il saggio conclusivo degli allievi del Campus, che in questi giorni di lezioni potranno approfondire fonti ancora inesplorate relative alla musica a Napoli nella seconda metà del Settecento, e analizzare il repertorio mandolinistico barocco napoletano, grazie anche alla collaborazione di Anna Rita Addessi dell’Università di Bologna e di Lars Berglund dell’Università di Uppsala.

mandolino

L’evento conclusivo della manifestazione si terrà il 10 agosto in piazza del Plebiscito, e in consonanza con la tradizione che vuole nella notte di San Lorenzo l’osservazione delle stelle cadenti si intitolerà “Mandolini sotto le stelle”. Per la partecipazione agli eventi serali aperti al pubblico è necessario prenotarsi, chiamando i numeri 3885823343 o 3406179125.

locandina mandolino