mercoledì, 01 Apr, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Al Teatro Lendi. Sold out per Massimo Ranieri e Eduardo De Crescenzo. Ancora pochi biglietti disponibili per Franco Ricciardi

0

Il febbraio del Teatro Lendi, in via A. Volta 176 (strada provinciale Grumo Nevano-Sant’Arpino), si è aperto con l’aggiunta di due date fuori abbonamento (1 e 2 febbraio), causa la grande richiesta di pubblico, per Sal Da Vinci e la sua “Fabbrica dei Sogni”. Sold out anche per Valentina Stella che ha dedicato agli innamorati in platea un Concerto di San Valentino, mettendo in scaletta i suoi grandi successi da “Passione eterna” a “Mente e cuore” insieme ai classici della canzone napoletana.

Tutto esaurito anche per Massimo Ranieri, che sarà in palcoscenico con “Sogno e Son desto 500 volte”, giovedì 20 e venerdì 21 febbraio. Dopo un tour trionfale negli Stati Uniti e in Canada, Sogno e Son Desto, lo spettacolo di Massimo Ranieri (ideato e scritto da Gualtiero Peirce e Massimo Ranieri), continua ad andare in scena, quest’anno, in una nuova veste. Dopo 500 straordinarie repliche in tutta Italia, Massimo Ranieri proporrà ancora una volta i suoi grandi successi musicali. Eduardo De Crescenzo arriverà al Lendi il prossimo 28 febbraio con “Essenze jazz”, data unica e si avvia al sold out anche Franco Ricciardi, in concerto il 13 marzo (ore 21).

 «Già in conferenza stampa avevamo annunciato un cartellone con nomi belli e importanti del teatro e tante anteprime – racconta il direttore Francesco Scarano –. Per il 2020 abbiamo inserito appuntamenti fuori abbonamento, che renderanno molto felice il pubblico. San Valentino ha avuto come protagonista Valentina Stella (14 febbraio); il 20 e 21 febbraio c’è Massimo Ranieri con “Sogno e Son desto 500 volte”; il 28 febbraio arriva Eduardo De Crescenzo con “Essenze jazz”; il 13 marzo c’è Franco Ricciardi. Tanta musica d’autore, che contribuisce alla crescita del teatro e all’importanza del progetto culturale, a cui mi sto dedicando da sei anni, per accendere i riflettori sulla periferia della città, che merita di crescere e progredire».

Marzo si apre con Simone Schettino in “Se tocco il fondo sfondo”, scritto da Schettino e Vincenzo Coppola (dal 4 al 6 marzo: ore 21) e riserva un appuntamento con un pezzo importante della storia teatrale nazionale, dal 25 al 27 marzo (ore 21), con Peppe Barra in “Monsignore”, in scena con Patrizio Trampetti, scritto da Peppe Barra e Lamberto Lambertini, che ne cura anche la regia.

Dall’1 al 3 aprile, alle 21, ci sono Lucio Pierri e Ida Rendano in “La scommessa”, scritto da Lello Marangio insieme a Pierri, a cui è affidata la regia. Chiude il cartellone “Verso il mito Edith Piaf”, con Francesca Marini e Massimo Masiello, in scena dal 15 al 17 aprile.

L’Espresso napoletano è una rivista di arte e cultura che racconta il bello e il buono della Campania. Nella sua versione cartacea, in edicola ogni mese, si ritrova una particolare attenzione alle tradizioni del popolo partenopeo, nel tentativo di contribuire alla loro salvaguardia e valorizzazione. Per chiedere l'abbonamento alla rivista: info@rogiosi.it 0815564086