Aldo Masullo, il filosofo del garbo

Commenta

“Napoli è una città che vedo sempre in pericolo, ma sempre sul punto di risollevarsi”, queste sono state le parole con cui il professore Aldo Masullo ha salutato la cittadinanza onoraria ricevuta dal Comune di Napoli in occasione del suo novantacinquesimo compleanno.

aldo masullo

Uno dei regali più graditi e forse l’unico possibile per un uomo che non ama ricevere doni, come ha detto lo stesso professore, continuando, con inflessione morbida e pacata, il suo discorso di ringraziamento lucido e profondo. Parole incentrate sulla città che per quasi tutta la sua vita si è intrecciata con il suo pensiero generando la fantastica alchimia con cui Aldo Masullo ha formato intere generazioni di giovani offrendo le sue fatiche non solo all’immaterialità dei concetti filosofici, ma anche ai concreti impegni politici affrontati con elevato senso civico, ricoprendo dal 1972 al 1976 la carica di Deputato e dal 1976 al 1979 quella di Senatore.

aldo masullo

Aldo Masullo è socio dell’Accademia Pontaniana e della Società Nazionale di Scienze Lettere ed Arti di Napoli. E’ presidente del Comitato Tecnico e Scientifico della fondazione Gianbattista Vico ed è stato insignito della medaglia d’oro del Ministero della Pubblica Istruzione.

maschio angioino aldo masullo

Il professore Masullo, filosofo e giurista, è un uomo dall’elevata statura morale che, in una città come Napoli, diviene un punto di riferimento e un modello da seguire e da amare a prescindere dalle eventuali divergenze di pensiero, perché sarebbe un grave danno se non vi fosse tale diversità d’opinione, come lo stesso sindaco De Magistris ha sottolineato leggendo le battute finali della motivazione, nell’ovattata atmosfera della Sala dei Baroni del Maschio Angioino.

luigi de magistris

Un riconoscimento dovuto che sarebbe potuto arrivare prima, come ha risposto l’assessore alla cultura Nino Daniele, promotore dell’iniziativa. Aldo Masullo non ha mancato di ricordare alcuni passati e significativi momenti della sua vita: gli orrori della seconda guerra mondiale, le amicizie napoletane, l’esperienza d’insegnamento in Germania, gli studi di giurisprudenza e di filosofia: in merito a quest’ultimi ha esaltato la solitudine come qualità indispensabile del filosofo. Eppure, ha continuato il noto studioso, il cambiamento radicale della società moderna impone, per il filosofo stesso, una solitudine rafforzata da legami umani.

luigi de magistris aldo masullo nino daniele

Al termine della cerimonia, a cui erano presenti tutte le autorità cittadine, le alte cariche delle forze dell’ordine, oltre ai consoli di Spagna e Tunisia, il professor Aldo Masullo ha risposto alle domande dei giornalisti con simpatica ironia, definendola “il minimo accorgimento della saggezza”.  La cerimonia si è conclusa con le note di Chopin suonate dal maestro Nicola Ormando, che ha voluto riconoscere un parallelismo tra il pensiero garbato di uno dei più autorevoli filosofi del Novecento e il grande compositore del Notturno.

Tag:, , , , , ,