Arte, letteratura e musica a Napoli: tre eventi da non perdere nel weekend

Commenta

Tre appuntamenti con la bellezza. Tre eventi da non perdere per chi vuole godersi un weekend all’insegna dell’arte, della letteratura e della musica nel cuore di Napoli.

Rebirth Mandala: noi non diventiamo vecchi, ma più nuovi ogni giorno" di Clara Garesio

Si parte venerdì 12 gennaio, alle ore 16:30, nel cuore della Floridiana. Il Museo Duca di Martina di Napoli ospiterà l’incontro con l’artista Clara Garesio che presenterà l’opera intolata “Rebirth Mandala: noi non diventiamo vecchi, ma più nuovi ogni giorno”. Partendo dalla citazione della poetessa Emily Dickinson, che allude ad una concezione della vita come costante rinascita, la Garesio ha realizzato l’ultimo e più articolato esemplare di una serie di quattro “mandala” ceramici. Il Mandala è un simbolo spirituale e rituale, che rappresenta la coesione perfetta e armonica delle varie parti nell’unità. Si potrà ammirare una grande istallazione del diametro di 160cm, il cui disegno complessivo è dato dalla composizione di 150 formelle ceramiche ad altorilievo, modellate a mano, dipinte con smalti policromi. Contrappunto di serenità ed equilibrio ad una vita contemporanea sempre più frenetica e sottoposta a stress ed ansie, l’opera sarà fruibile per un anno, in occasione dell’80esimo compleanno della sua autrice.

Museo Duca di Martina

Ancora presso il Museo Duca di Martina, più precisamente nel Salone delle feste, si svolgerà sabato 13 gennaio, alle ore 11, il quarto appuntamento del ciclo “Conversazioni in Floridiana”. Dalla letteratura all’arte: partendo dalle scene ricamate sul Velo delle Grazie descritte nei versi del terzo inno de “Le Grazie” di Ugo Foscolo, l’incontro, presieduto dalla storica dell’arte e docente Maia Confalone, analizzerà le opere delle collezioni del Museo Duca di Martina che, dal punto di vista iconografico e funzionale, incarnano quegli ideali di giovinezza, amore, pietas e ospitalità in esse rappresentati. La partecipazione all’incontro è con il biglietto ridotto del museo (2 euro).

Opera in ceramica

Per concludere, domenica 14 gennaio, alle ore 11.30, nel Refettorio della Certosa di San Martino ci sarà un omaggio alla musica sacra della tradizione del Settecento napoletano. Ad esibirsi sarà il coro della Società Polifonica della Pietrasanta, nata nel 1998 nella chiesa di S. Maria Maggiore – detta della Pietrasanta -, con lo scopo di diffondere la musica vocale e corale, sia sacra che profana. Guidato dal maestro Rosario Peluso, il coro eseguirà il Magnificat e la Messa in Pastorale del celebre Francesco Durante. Il concerto si concluderà con l’Alleluia di Felice Anerio, un gioiello “a cappella” raramente eseguito. La partecipazione al concerto è con il biglietto di ingresso del museo. 

 

Coro della Società polifonica della Pietrasanta

Tag:, , , , , , , ,