lunedì, 09 Dic, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

L’edizione 2019 di Futuro Remoto si aprirà con un concerto di Capone & BungtBangt

0

Al via la 33esima edizione di Futuro Remoto, che avrà come filo conduttore il tema più urgente dei nostri tempi, quello della lotta ai cambiamenti climatici.  

La conferenza di apertura, che si terrà giovedì 21 novembre, ore 9:30, nella sala Newton di Città della Scienza, fonderà scienza, divulgazione e musica, e avrà per titolo “Biorifugi: la nostra cassaforte per salvare il tesoro della biodiversità”. A condurla un protagonista d’eccezione, Francesco Petretti, biologo, ornitologo, docente universitario, noto al pubblico televisivo come autore della trasmissione Geo e di numerosi documentari naturalistici.

Colonna sonora della conferenza non poteva che essere l’eco-music di Capone & BungtBangt, pionieri del genere, fondati da Maurizio Capone nel 1999 con l’intento di dimostrare le infinite possibilità creative dei rifiuti solidi urbani, che con i loro originali strumenti, dalla scopa elettrica allo scatolophone daranno vita ad un avvincente concerto di junk music, a ricordare l’importanza, anche attraverso l’arte, di un cambio di paradigma che vada nella direzione di riutilizzare invece che gettare, riparare invece che acquistare. La band presenterà il nuovo singolo inedito proprio in occasione del Global Strike di Napoli, in programma per il 29 novembre: il quarto sciopero globale per il clima inizierà dalle ore 9:00 da Piazza Garibaldi in Napoli ed è promosso da Friday For Future Napoli che ha voluto la band come testimonial.

L’evento sarà aperto dalla suggestiva performance ad opera della start-up Fall in led, che darà avvio alla manifestazione in un gioco incrociato di luci, colori e musica: ad ogni percussione di tamburo il bracciale indossato dagli spettatori si sincronizzerà con la musica cambiando colore a seconda delle diverse aree tematiche  di Futuro Remoto; scaricando gratuitamente l’app Fall in led, che consentirà di registrarsi all’evento inaugurale, sarà possibile interagire con il proprio smartphone durante lo show e sentirsi parte di esso. Vibrazione dopo vibrazione la sala Newton di Città della Scienza si accenderà per offrire un’esperienza nuova nella scienza anche attraverso la musica e i colori.

L’Espresso napoletano è una rivista di arte e cultura che racconta il bello e il buono della Campania. Nella sua versione cartacea, in edicola ogni mese, si ritrova una particolare attenzione alle tradizioni del popolo partenopeo, nel tentativo di contribuire alla loro salvaguardia e valorizzazione. Per chiedere l'abbonamento alla rivista: info@rogiosi.it 0815564086