venerdì, 22 Nov, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Centro Storico di Napoli – Sito Unesco: al via il primo incontro per la riqualificazione

0

Nello scorso mese di luglio si è svolto un primo incontro, aperto al pubblico, per discutere della riqualificazione del Centro Storico di Napoli – Sito Unesco.

logo unesco

Coordinatrice del Progetto è Elena Coccia, Vice-Presidente del Consiglio Comunale di Napoli che ha introdotto e coordinato gli interventi che si sono succeduti nel corso della giornata. Sono intervenuti: Edoardo Cosenza, Assessore Regionale Opere e Lavori Pubblici; Carmine Piscopo, Assessore all’Urbanistica del Comune di Napoli; Mario Calabrese, Assessore alle Infrastrutture, Lavori Pubblici e Mobilità del Comune di Napoli; Giancarlo Ferulano, Direttore Centrale del Servizio Pianificazione e gestione del territorio – Sito Unesco; Gaetano Mollura, Responsabile Progetti URBACT e Reti per lo Sviluppo di Politiche Urbane Integrate; Silvana Dello Russo e Antonio Caliendo, Responsabili Progetto Museo Aperto; Vincenzo Gallotto, Presidente Commissione Consiliare Welfare, Sanità e Pari Opportunità; Arnaldo Maurino, Presidente Commissione Consiliare Scuola e Istruzione; Pasquale Persico, Professore Ordinario Economia dell’Università degli Studi di Salerno; Francesco Forte, già Professore Ordinario di Urbanistica dell’Università degli Studi di Napoli; Fabio Mangone, Professore Ordinario di Storia dell’Architettura dell’Università degli Studi di Napoli; Vincenzo Moretto, Consigliere Comunale; Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli; Francesco Chirico, Presidente della II Municipalità; Giuliano Di Sarno, Presidente della III Municipalità; Armando Coppola, Presidente della IV Municipalità; rappresentati di varie Associazioni operanti sul territorio e privati cittadini.

cartografia unesco

Il Consigliere Comunale Gabriele Mundo, presente tra il pubblico, fa parte dell’equipe coordinata da Elena Coccia e dichiara: “Sono stati presentati trenta progetti per riqualificare il Centro Storico – Sito Unesco. Sicuramente i cittadini dovranno affrontare dei disagi durante i lavori, ma il popolo napoletano è un grande popolo che, quando è chiamato a dare prove di maturità, è sempre il primo popolo, un popolo molto maturo. Ed è l’Amministrazione Comunale che deve rendersi degna dei cittadini che amministra”.

Alla domanda “Riqualificare il Sito Unesco va bene, ma come si può riqualificare un certo di numero di cittadini che non hanno ben sviluppato il senso civico?”, ecco come rispondono i vari interpellati:

Assessore Regionale Edoardo Cosenza: “Beh, questa è una bella domanda! Mi interessa come Assessore, ma soprattutto come cittadino e docente universitario. Non sarà facile perché vedo un calo di identità: Napoli è la città dei grandi pittori, dei grandi artisti, della grande musica, ma noi tendiamo a dimenticare le nostre radici storiche. Questo orgoglio va riacquistato e le Istituzioni ce la metteranno tutta, con il grande supporto che devono dare le famiglie e le scuole”.

Assessore Regionale Edoardo Cosenza

Assessore Comunale Mario Calabrese: “Domanda da un milione di dollari! Però sono ottimista perché, ad oggi, rispetto al valore artistico delle stazioni della metropolitana, il bello viene rispettato”.

Elena Coccia a sua volta fa notare che stiamo assistendo ad una trasformazione anarchica del tessuto urbano della città, anche nelle attività commerciali, l’obiettivo delle Istituzioni è quello di instradare la trasformazione e metterla a sistema, in modo da farla diventare un vero motore economico della città. Per quanto riguarda gli abitanti del Centro Storico, essi sono una componente fondamentale del Progetto Unesco e bisogna realizzare una politica dei costi, soprattutto degli immobili, per far sì che il Centro Storico, anche dopo la riqualificazione, rimanga abitato e vissuto dagli stessi cittadini di oggi.