lunedì, 27 Gen, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Domenica ultima gara stagionale per il Calcio Napoli

0

L’imminente week-end calcistico sancirà i verdetti finali del campionato di serie A 2016/2017. In particolare gli azzurri saranno di scena a Genoa contro la Sampdoria in cerca di un’ultima chance per scavalcare la Roma al secondo posto e accedere ai gironi di Champions League senza passare dagli insidiosi play off.

Le probabilità di riuscire in questa impresa sono davvero poche poiché i giallorossi dovrebbero perdere nel loro stadio contro i rossoblù del Genoa che non hanno più obiettivi da perseguire dopo la salvezza raggiunta la scorsa settimana.

Mertens-Insigne

Questa ardua situazione, però, comunque andrà a finire, non cancellerà l’incredibile stagione disputata dalla squadra di mister Sarri. Sono stati superati tutti i record del club (che potrebbero anche incrementarsi in vista dell’ultima di campionato): maggior numero di punti in serie a; maggior numero di gol; maggior numero di vittorie esterne; maggior numero di vittorie totale.

Il tutto condito da prestazioni convincenti e di grandissima qualità che hanno saputo far divertire i tifosi partenopei, l’Italia intera e anche l’Europa.

A detta di molti, infatti, la squadra partenopea ad oggi esprime il miglior calcio nazionale ed uno tra i più affascinanti a livello europeo. Un riconoscimento non da poco per un’esteta e maestro qual è Maurizio Sarri, giunto al suo secondo anno alla guida del Napoli.

Tutti questi sono, però, riconoscimenti che dall’anno prossimo necessitano di essere affiancati da una reale competitività per il conseguimento di obiettivi primari. La Juventus ha appena vinto il suo sesto scudetto consecutivo e i tifosi partenopei, vedendo anche una crescita costante nella loro squadra, chiedono a gran voce un ultimo sforzo per colmare quel gap con il club torinese e giocarsela finalmente fino alla fine.

Stadio Luigi Ferraris di Genova

È l’ora dunque di abbandonare le scuse, ragionamenti sui fatturati e sull’inesperienza ma farsi forti dei risultati importanti già ottenuti e creare una mentalità vincente che possa finalmente inculcare nella mente dei giocatori che vincere è possibile è doveroso già dalla prossima stagione.

Sarebbe il coronamento di un sogno, quel trionfo che tutti aspettiamo in città da quasi 30 anni ormai e che sembra sempre lì ad un passo dal raggiungimento ma sempre e solo accarezzato per poi svanire nel nulla.