martedì, 22 Ott, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

FridayForFuture a Napoli, Greta Thunberg commenta via Twitter

0

“Dalle prime notizie siete in 100mila a Napoli”, questo il tweet di Greta Thunberg, la giovanissima attivista svedese impegnata in prima linea contro il surriscaldamento globale e che, da circa un anno, ha attirato l’attenzione del mondo intero, portando sotto i riflettori un problema per troppo tempo soltanto accennato.

FridayForFuture a Napoli

Ieri infatti, 27 settembre 2019, sulle sue orme, i giovani di tutto il mondo hanno invaso le piazze per il terzo “Global Strike for future”, ovvero il terzo venerdì di scioperi e manifestazioni per un futuro sostenibile. A Napoli, il corteo di oltre 4 km, formato da bambini, ragazzi, insegnanti e genitori provenienti da tutta la regione è partito da Piazza Garibaldi ed ha animato le strade del centro con cori, colori e striscioni, fino al Museo Archeologico Nazionale.

FridayForFuture a Napoli

Questo sciopero globale è giunto, non a caso, a coronamento della settimana mondiale di mobilitazione per il clima, inaugurata il 20 settembre con una marcia a New York guidata dalla stessa Greta. “Non rompeteci il futuro”, “Meno effetto serra, più pianeta Terra”, “Ci avete rotto i polmoni”, sono solo alcuni degli slogan utilizzati, perfetta sintesi di una generazione che ha aperto gli occhi e non ha intenzione di richiuderli,  e di un movimento che ha tutte le carte in regola per passare alla storia.

E così ieri i giovani campani, e quelli di altre 160 città italiane e 150 nazioni nel mondo, hanno parlato all’unisono, sebbene in lingue diverse, di un problema comune, ma soprattutto di una speranza comune: quella di cambiare realmente la critica situazione attuale, invertire la rotta e salvare un pianeta e un futuro che ci appartengono e che dobbiamo tutelare. È arrivato il momento di agire.