domenica, 08 Dic, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Il Teatro Stabile di Napoli presenta la stagione 2016/17

0

Il Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale, presieduto da Valter Ferrara e diretto da Luca De Fusco, ha già presentato la stagione teatrale 2016/2017, con una conferenza stampa che si è tenuta mercoledì 13 aprile a Roma, presso la sede dell’Associazione della Stampa Estera. Presenti all’incontro, oltre a Ferrara e De Fusco, il consigliere alla Cultura della presidenza della Regione Campania, Sebastiano Maffettone, e l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Nino Daniele.

CONFERENZA STAMPA STAGIONE 16-17 TEATRO STABILE DI NAPOLI 13 APRILE ROMA-0070La nuova stagione dello Stabile, denominata “Una stagione d’autore”, presenta un ricco programma di titoli classici e contemporanei, ma anche di danza e musicali, all’insegna di una pluralità di voci e di stili, provenienti dal panorama nazionale e internazionale. Così la ha annunciata Luca De Fusco: “Una stagione che prosegue e rafforza le linee salienti di quella che ci stiamo lasciando alle spalle, la cui offerta complessiva ha portato alla cifra record di 5387 abbonati e a un numero di presenze pari a 68118 spettatori, con un incremento del 26% rispetto all’anno precedente. I numeri più alti del Teatro Stabile dalla sua fondazione”.

CONFERENZA STAMPA STAGIONE 16-17 TEATRO STABILE DI NAPOLI 13 APRILE ROMA-001421 spettacoli in programma tra i due teatri gestiti dallo Stabile, il Mercadante e il San Ferdinando, ai quali si affianca il Ridotto al primo piano del Mercadante, destinato alle nuove proposte della drammaturgia contemporanea. La stagione 2016/17 si aprirà al San Ferdinando il 19 ottobre 2016 con la prima nazionale di “Liolà” di Pirandello, messo in scena da Arturo Cirillo che ne è anche interprete insieme a Massimiliano Gallo, Milvia Marigliano e Giovanna Di Rauso.

Teatro_Mercadante_672-458_resize1Apertura per il Mercadante invece il 26 ottobre con “Macbeth”, il classico di William Shakespeare, nella traduzione di Gianni Garrera e con la regia di Luca De Fusco, che vedrà protagonisti Luca Lazzareschi e Gaia Aprea affiancati da un folto gruppo di altri attori.

da destra Alfredo Arias, Gaia Aprea e Mauro Gioia CONFERENZA STAMPA STAGIONE 16-17 TEATRO STABILE DI NAPOLI 13 APRILE ROMA-0051Il “Macbeth” sarà il primo dei tre spettacoli messi in scena dallo Stabile napoletano per omaggiare il grande drammaturgo a 400 anni dalla morte; seguiranno dal 1 al 12 febbraio 2017 “Mal’essere” (da “Amleto”) al San Ferdinando e dall’8 al 19 febbraio “Giulio Cesare” al Mercadante. “Mal’essere”, del regista Davide Iodice, è uno spettacolo molto particolare, che vede in scena rapper napoletani e attori; regia dello spagnolo Alex Rigola (la sua prima volta in italiano) invece per il “Giulio Cesare”, con protagonista Michele Riondino.

William Shakespeare. Portrait of William Shakespeare 1564-1616. Chromolithography after Hombres y Mujeres celebres 1877, Barcelona Spain

Tra gli spettacoli che si annunciano più interessanti, “Natale in casa Cupiello” del grande Eduardo De Filippo, nella singolare messa in scena di Antonio Latella, il 16 novembre al San Ferdinando, e “La creatura del desiderio”, tratto da un racconto di Andrea Camilleri, con la regia di Giuseppe Dipasquale, al Mercadante dal 4 al 15 gennaio 2017.

Nella foto lo scrittore Andrea CamilleriIn cartellone anche una rassegna di danza contemporanea, dal 4 al 9 aprile, con tre spettacoli: “Rocco” (ispirato al film “Rocco e i suoi fratelli” di Luchino Visconti) al Mercadante, “Extremalism”, sempre al Mercadante, che affronta il tema della crisi dell’uomo contemporaneo e delle reazioni del corpo in circostanze estreme, e “Yama”, al San Ferdinando, dedicato al tema dell’impatto umano sull’ecosistema.

Spectacle: EXTREMALISM, Concept et chorégraphie: Emio Greco et Pieter C. Scholten, Ballet national de Marseille et Ickamsterdam, Sculpture lumineuse: Studio Stallinga, Lumières: Henk Danner, Costumes et masques: Clifford Portier, Dans le cadre du Festival Montpellier Danse,  Lieu: Opéra Berlioz, Le Corum, Montpellier, le 23/06/2015

Anche nel 2016/17 proseguiranno le attività didattiche e di formazione della Scuola di Recitazione del Teatro Stabile, nata lo scorso anno sotto la direzione dello scomparso Luca De Filippo e rivolta a giovani allievi attori del territorio. Una scuola che prevede anche – esperimento unico in Italia – l’insegnamento dei codici della lingua napoletana, della quale si dovrà ora nominare il nuovo direttore, ma che ha già in programma nuove attività.

L’Espresso napoletano è una rivista di arte e cultura che racconta il bello e il buono della Campania. Nella sua versione cartacea, in edicola ogni mese, si ritrova una particolare attenzione alle tradizioni del popolo partenopeo, nel tentativo di contribuire alla loro salvaguardia e valorizzazione. Per chiedere l'abbonamento alla rivista: info@rogiosi.it 0815564086