martedì, 25 Giu, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

La XXIV edizione del Premio Cimitile

0

La Fondazione Premio Cimitile, con i soci fondatori Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli,Comune di Cimitile, Associazione Obiettivo III Millennio, ha presentato stamattina, presso la sala Nassirya del Consiglio della Regione Campania a Napoli, la XXIV edizione della rassegna letteraria nazionale Premio Cimitile, in programma dal 8 al 15 giugno prossimi, edizione insignita con la medaglia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Alla presentazione alla stampa, hanno partecipato la consigliera regionale Loredana Raia in rappresentanza della presidente del Consiglio Regionale, Rosa D’Amelio; il presidente della Fondazione Premio Cimitile, Felice Napolitano; la portavoce del sindaco di Cimitile, Nunzio Provvisiero, Susy Mercogliano; Felice Di Maiolo, consigliere della Città Metropolitana di Napoli; l’editore Diego Guida; il presidente del comitato scientifico, Ermanno Corsi; Elia Alaia, presidente dell’Associazione Obiettivo III Millennio.

Il Premio Cimitile e Guida Editore negli anni hanno premiato prestigiose firme del giornalismo e della letteratura italiana, anche e soprattutto gli inediti, scoprendo nuovi scrittori e proponendoli all’attenzione del panorama nazionale.

Il Premio di quest’anno, in particolare, rilancia l’identità del luogo, anima ispiratrice dell’evento stesso. La sacralità mariana, viene rievocata dalla devozione popolare dei santi Felice e Paolino, che nei secoli hanno “parlato” attraverso l’orgoglioso senso di appartenenza di tanti credenti del luogo e pellegrini stranieri.

Il presidente della Fondazione Premio Cimitile, Felice Napolitano, ha affermato: “L’obiettivo è quello di promuovere il libro, la lettura, la letteratura, favorendo la promozione culturale ma anche la valorizzazione e la conoscenza delle bellezze artistiche e paesaggistiche del nostro territorio”.

Il Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile, uno degli esempi più affascinanti di arte paleocristiana in Italia, è lo scenario naturale di tutta la kermesse letteraria che si articolerà in una serie di convegni e di incontri culturali.

Ad inaugurare la rassegna sarà, sabato 8 Giugno, alle 18, la mostra d’arte “Il Genio e la creatività nel cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo Da Vinci” a cura di Giuseppe Bacci che aprirà la kermesse letteraria con il convegno: “Cimitile: crocevia dello spirito. Sulle orme di Felice e Paolino, tra fede, storia e pellegrinaggi”. Domenica 9, alle 18.30, ci sarà la presentazione del libro “L’enigma dell’imperatore nascosto” di Roberto Contini – Guida Editori, opera vincitrice della sezione inedita di narrativa.

La settimana di arte, cultura, religione, storia, riscoperta del patrimonio pubblico sarà densa di eventi, letteratura, convegno internazionale di studi, spettacoli, musica, momenti di riflessione. Culminerà con la serata finale di premiazione e la consegna dei campanili d’argento ai vincitori della XXIV edizione del Premio.

Il Comitato scientifico, presieduto da Ermanno Corsi, ha selezionato così i vincitori della XXIV edizione:

Sezione I: Opera inedita del genere narrativo.
Roberto Contini: “L’enigma dell’imperatore nascosto”   Il lavoro è stato pubblicato sul territorio nazionale a cura della casa Editrice “Guida” di Napoli.

Sezione II: Opera edita di narrativa.
Giovanni Grasso: “Il caso Kaufmann”. Rizzoli

Sezione III: Opera edita di attualità.
Paolo Borrometi: “Un morto ogni tanto. La mia battaglia invisibile contro la mafia” – Solferino

Sezione IV: Opera edita di saggistica.
Tommaso Labate: “I rassegnàti. L’irresistibile inerzia dei quarantenni” – Rizzoli   

Sezione V: Opera edita archeologia e cultura artistica in età Paleocristiana e Altomedievale.
Marco Muresu: “La moneta “indicatore” dell’assetto insediativo della Sardegna Bizantina” – Morlacchi Editore U. P.

Premio Giornalismo “A. Ravel” a Francesca Romana Elisei – Giornalista RAI, conduttrice del TG2 Post

Premio Speciale a Federico Cafiero De Raho – Procuratore Nazionale Antimafia

Ai premiati sarà consegnato il “Campanile d’argento” opera raffigurante il primo campanile della cristianità, quello delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile.L’iniziativa, vanta autorevoli patrocini: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Curia Vescovile della Diocesi di Nola.