mercoledì, 20 Nov, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Le aste invernali di Blindarte

0

In mostra, sul nuovo sito di Blindarte, la ricca selezione di opere provenienti dalle dimore e dalle quadrerie di antiche famiglie napoletane, di gioielli oggetti d’arte e arredi, arte moderna e contemporanea, design che, sabato 1 dicembre, la casa d’aste partenopea proporrà all’incanto nella sua sede di Napoli. Ma le aste invernali di Blindarte sono due: il 5 dicembre l’appuntamento con l’Arte è nella sede milanese.

In esposizione, fino al giorno dell’asta tutto il catalogo dell’antico a Napoli (via caio Duilio 10) e sino fino a questa sera quello del contemporaneo che, invece, sarà proposto a Milano (via Palermo 11) dal 28 novembre al 5 dicembre.

La novità di quest’anno è un sito internet completamente rinnovato attraverso ii l quale si può partecipare alle vendite all’incanto. Già per questi appuntamenti di dicembre saranno proposti lotti delle varie tipologie e periodi storici, sempre comunque visibili dal vivo recandosi presso una delle sedi Blindarte. Per partecipare è necessario registrarsi sul nuovo sito della Blindarte: www.blindarte.com.

La procedura è rapida e sicura e lo staff Blindarte è su richiesta pronto ad assistere gli interessati, telefonicamente o di persona durante le fasi di registrazione attraverso le quali è possibili compilare moduli d’offerta elettronici sia per le aste fisiche sia per quelle online; effettuare acquisti sul Blindarte Shop; partecipare al LIVE AUCTION durante le aste fisiche.

Il catalogo delle opere all’asta a Napoli

ASTA 88. Sabato 1 Dicembre 2018 alle ore 16.30 presso la Blindarte di Napoli (via Caio Duilio 10) per l’Asta di Gioielli, Oggetti d’Arte e Arredi si segnalano tra i gioielli due splendidi anelli solitari particolarmente importanti: il primo in oro bianco firmato Ventrella con un diamante di 5 carati contornato da 24 diamanti più piccoli; il secondo di taglio più classico sempre in oro bianco con un diamante di circa 4, 80 carati ed altri due a goccia.

Negli arredi spiccano una coppia di particolari e rare Gueridons di manifattura siciliana del 1820 pubblicate da Enrico Colle e realizzate in mogano ed ebano, sculture scolpite in legno dorato raffiguranti due delle quattro stagioni e una Importante selezione di modellini classici del Grand Tour in marmo.

ASTA 89 Sabato 1 Dicembre 2018, alle ore 18.30. Per l’Asta dedicata a Disegni e Dipinti Antichi e di Sculture e Dipinti del XIX-XX sec. Si evidenzia una splendida opera firmata da Giuseppe Recco (Pesci, seppia e cesta di ricci di mare, olio su tela, cm 84×111).

Degni di nota due oli su vetro di Luca Giordano: uno raffigurante la Sacra Famiglia con San Giovannino pubblicato sul catalogo della mostra del 2001: di dimensioni minori ma altrettanto intenso, raffigurante Susanna al bagno, in relazione con una famosa tela di soggetto analogo del maestro napoletano.

Tra i lotti più prestigiosi anche per il mercato internazionale, si segnala l’opera di Johann Heiss firmata e datata (L’incontro tra Antonio e Cleopatra, olio su tela, cm 105×155), e l’intenso Riposo durante la fuga in Egitto di Johann Heinrich Schönfeld, pubblicato più volte.

Tra gli altri importanti dipinti antichi si distingue un’inedita e splendida coppia di Paolo Porpora, autore fra i più rari (Conchiglie, crostacei, fiori e farfalle en plain air oli su tela, cm 34×45 cad.), e una tela di grandi dimensioni e di forte impatto attribuita a Francois De Nome detto Monsù Desiderio (Il ritorno di Esau’ dalla caccia, oli su tela, cm 125×150).

Nella sezione dedicata ai dipinti del XIX secolo sarà battuto il bellissimo Ritratto di Tolstoj del maestro Alessio Issupoff, un inedito dipinto di Domenico Morelli raffigurante un’intrigante Ritratto di donna di schiena e una splendida coppia di paesaggi napoletani di Salvatore .

Molto interessante infine il bozzetto di un’importantissima opera andata perduta di Giovanni Andrea Darif: Il ratto delle spose veneziane (olio su tela). Il bozzetto che sarà battuto rappresenta quindi l’unico documento pittorico della grande composizione mitologica di gusto neoclassico presentato nel 1829 al pubblico delle gallerie di Brera.

 

L’Espresso napoletano è una rivista di arte e cultura che racconta il bello e il buono della Campania. Nella sua versione cartacea, in edicola ogni mese, si ritrova una particolare attenzione alle tradizioni del popolo partenopeo, nel tentativo di contribuire alla loro salvaguardia e valorizzazione. Per chiedere l'abbonamento alla rivista: info@rogiosi.it 0815564086