venerdì, 20 Set, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Mannaggia a tte

0

Poesia dal titolo inequivocabile, Mannaggia a tte: al di là del titolo provocatorio e quasi vessatorio, la poesia risulta una dolce testimonianza di fedeltà ed una rabbiosa dichiarazione d’amore che carpisce e trascina l’attenzione del lettore portandolo, dolcemente, in questa ferma e accorata protesta ricca di seduzione.

(Umberto R. Del Giudice)

 

Mannaggia a tte

di Esposito Antonella

Mannaggia a tte.

Ca parla parla parole o’ viènto
tè stanno assentere e pò?
Dimàne è ‘nato juòrno
se scètano cu a’ stessa capa
se so scurdàte d’e paròle bèlle
e fòrze pure e te
si guagliòne cu ‘afrennesìa n’cuollo
e chèsta bella aità ‘o mùnno nun può cagnà
né tu né nisciùno pecchè accussì è sempe stato
niente cagnarrà
Je me sento piccerella piccerella
tengo ‘a penna mmano comma fosse na sciàbbola
arma nun è, però fà màle ‘o stesso
fòrze è comma rice tu:
Napule nun sape parlà cchiù ‘o còre
e chi a vo bbène sta terra nun dà cchiù niente
ce stai sulamente tu ca vocia toja
rajè cumfòrto speranza a sfòrza pe sta ccà,
mannaggia a te.