sabato, 14 Dic, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

News dal pianeta Pino, le sue parole così vicine da così lontano

0

Messaggi d’amore da chi sa, da chi sapeva o aveva immaginato di poter lasciare chi amava. Recita Pino, o meglio il testo di un brano – “Resta quel che resta” – che a tre anni e mezzo di distanza suona un po’ come scritto per l’occasione: “Quando qualcuno se ne va, resta l’amore intorno… e se qualcosa poi non va, senti quel vuoto dentro…”. Un pezzo dalle sonorità chiare, dalle tinte sfumate ma che parla di assenze probabili e di quello che resta per chi resta. Emozione allo stato puro la cui incisione risale a circa nove anni fa ma ritrovata solo adesso.

resta quel che resta

Corrado Rustici, co-autore del brano e produttore discografico di Pino, lo ha presentato qualche giorno fa in anteprima a Radio Deejay mentre dalla prossima settimana sarà in rotazione su tutti i  network nazionali e disponibile sulle principali piattaforme digitali e in streaming. Il suo ricavato sarà devoluto, come è stato per l’evento di Pino è lo scorso 7 giugno allo Stadio San Paolo, ai progetti benefici della “Pino Daniele Trust Onlus”, gemellata all’Associazione Oncologia Pediatrica e Neuroblastoma – Open Onlus e della “Pino Daniele Forever Onlus” in sinergia con Save the Children. 

pino è san paolo

E’ intanto uscito “LE CORDE DELL’ANIMA | Studio & Live” (Sony Music/Legacy Recording), una nuova raccolta dedicata a PINO DANIELE con 4 cd e 40 pagine di musica, racconti firmati da John Vignola e fotografie di Luciano Viti. Un’occasione preziosa di totale immersione sensoriale nel mondo di un’artista che non muore mai: lo si può sentire, vedere e ascoltare con gli occhi dell’anima. La sua, la nostra. La raccolta è disponibile al seguente link: https://www.amazon.it/Corde-DellAnima-Studio-Live-CD/dp/B07CWXXFNR

le corde dell'anima pino

Da recenti dichiarazioni fatte alla stampa Vignola dichiara che, all’interno delle stesse canzoni che compongono questa raccolta, compare in modo chiaro la testimonianza ultima di un viaggio che avrebbe potuto riservare ancora tante sorprese, perché nel ritorno all’essenza dei proprio suoni, Pino Daniele continuava ancora a dimostrare una curiosità che non si era mai esaurita; con rammarico dichiara invece che purtroppo la storia si chiude qui ma che in qualche modo resta, più che un rimpianto, la consapevolezza che la “sua lezione” sia assolutamente insostituibile – come del resto è lui, oggi e per sempre – nella migliore storia della musica italiana. Inoltre, all’interno della raccolta, per le versioni in studio di alcuni dei brani presenti ricordiamo alcune delle collaborazioni tra cui Napul’è con Mina, Chi Tene ‘O Mare con Franco Battiato, Viento con Al Di Meola, Il Sole dentro di me con J-Ax e Terra Mia live con Avion Travel, solo per citarne alcuni.

pino daniele opera

Intanto, il grande viaggio dentro la sua storia musicale non finisce qui poiché una nuova, emozionante reinterpretazione in chiave operistica dei suoi brani più rappresentativi è in programma per il prossimo 26 giugno. A Napoli, presso la suggestiva location del Bagno Elena sulla collina di Posillipo, proprio ai piedi del seicentesco splendido Palazzo Donn’Anna, un nuovo spaccato dedicato al nostro cantautore. Saranno il M° Paolo Raffone, storico pianista e collaboratore di Pino Daniele, e la splendida voce di Michele Simonelli a presentare il loro nuovo lavoro discografico interamente dedicato a Pino, dal titolo Pino Daniele Opera. Il concerto avrà inizio alle 20,30. Per info e prenotazioni: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-pino-daniele-opera-46793816565