martedì, 22 Ott, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

“L’occhio di Iside” al MIB di Milano

0

Si inaugura oggi, 30 aprile, la mostra di Maria Mulas intitolata “L’occhio di Iside”.

Della grande fotografa lombarda, la critica d’arte Lea Vergine, nel 1985 ha scritto: “Se fotografare è un modo di raccontare senza essere interrotti (né contraddetti), si potrà ben sostenere, nel caso di Maria Mulas, che il suo non è solo un discorso, ma una girandola, addirittura un fuoco di artificio, con esiti clowneschi e raggelati al tempo stesso”.

Silvia Pegoraro, scrittrice, giornalista e critica d’arte dice che “le sue immagini si abbattono come grandine sulla ragione, la alterano e ispessiscono il dubbio, il dubbio che verte sulla legittimità di ogni apparenza”.

“Delle fotografie di Maria Mulas si è detto e scritto moltissimo, mi limito a partecipare lo stupore rinnovato che sempre mi suscitano le sue immagini, siano i ritratti multiformi e accuratamente trasversali dove il dettaglio folgora per significato, immediatezza e profondità, siano architetture o particolari di esse, mosaici o panneggi, oppure citazioni di artisti e delle loro opere pittoriche: “L’Occhio di Iside” vuole essere omaggio a tale meravigliosa versatilità fotografica”, è quanto afferma Daniela Basadelli Delegà, altra autorevole critica d’arte.

Maria Mulas è una delle più illustri fotografe italiane. Attiva dalla metà degli anni Sessanta, ha esposto per la prima volta in una mostra personale alla Galleria Diaframma di Milano nel 1976.

Nel 2009 ha vinto il Premio delle Arti – Premio della Cultura per la Fotografia con la motivazione seguente: “L’occhio fotografico di Maria Mulas ha trovato, nella dialettica del vissuto e nei ritratti assoluti, l’attimo di un racconto immortalato dove valore estetico e tecnica delle parti segnano il capitolo più alto della storia fotografica degli ultimi decenni”.

 

Fino al 17 maggio

MIB Milano

Milano, via Gaetano Negri 10 (piazza Affari)

Tel. +39 0289093854

Maria_Mulas_L'_occhio_di_iside