Pasticceria SfogliateLab, ad ogni donna la sua “pupetta”

Commenta

Si chiama “Pupetta” ed è nata a Napoli. Si tratta dell’ultima prelibatezza creata nei laboratori della pasticceria SfogliateLab: questa volta Vincenzo Ferrieri, patron della storica pasticceria ubicata a piazza Garibaldi, ha ideato un dolce dedicato a tutte le donne: il termine “pupetta”, che significa “bambola”, è frequente come epiteto vezzeggiativo riferito a una bambina, oppure come appellativo o vocativo affettuoso o scherzoso riferito a una giovane e bella donna.

pupetta pistacchio

Questa nuova deliziosa creazione parte da una base di pan di spagna farcita con una mousse composta da latte, ricotta e panna, per poi essere rifinita con un ingrediente diverso. Ogni variante corrisponde a una determinata tipologia di donna italiana, in particolare:
– Cioccolato: per la donna determinata;
– Pistacchio: per la donna golosa;
– Nocciola: per la donna “in forma”;

pupetta cioccolato

– Fior di latte: per la mamma;
– Caffè: per la donna in carriera;
– Zuppa inglese: per la donna tuttofare.

pupetta fiordilatte

La “Pupetta” è un dolcetto monoporzione (il suo peso ammonta a 80/100 grammi) che si serve semifreddo, dunque ideale da gustare durante il periodo primaverile ed estivo.

Tag:, , ,