sabato, 21 Set, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Per chi ama l’arte al Vomero c’è “AperiArt”

0

Venerdì 19 febbraio, alle ore 19, appuntamento per gli appassionati dell’arte a Napoli, in Via Bonito 24, presso la ArtGallery&Salotto Letterario Design, per l’evento “AperiArt”, aperitivo dedicato all’Arte. Nata nello scorso mese di luglio dal connubio tra un giovane pittore, Emanuele Giampaolo, e una pittrice/restauratrice, Francesca Di Nardo, la galleria vuole proporre un concetto innovativo di comunità artistica e di condivisione e fruizione delle opere d’arte.

art gallery

Passeggiando tra le sue sale intenti a sorseggiare un aperitivo coloro che parteciperanno all’appuntamento potranno ammirare sculture e dipinti e incontrare di persona gli autori, commentando con loro le opere esposte. La galleria infatti nasce come luogo di incontro e non semplicemente come sede espositiva, e sono tanti gli artisti che hanno aderito con entusiasmo al progetto.

aperitivo

Tra questi ad esempio Antonio Testa, Antonio Ianuario, Ana Gladys Falcon, Silia Pellegrino, Ciro D’Alessio, Gabriella Teresi, Lino Chiaramonte e tanti altri, oltre ovviamente agli ideatori e curatori, Emanuele Giampaolo e Francesca Di Nardo. Nella loro idea iniziale, la ArtGallery (che non è solo galleria d’arte ma anche salotto letterario, come recita il nome) viene concepita come casa per gli artisti, luogo dove questi possano creare, esporre, incontrarsi, confrontarsi, e luogo di incontro e confronto anche con il pubblico.

colori ciro

Ecco dunque l’idea di un aperitivo che faccia incontrare chi l’arte la crea e chi ama fruirne, nei corridoi della Galleria e nel Salotto che è il centro della struttura, che collega tutti gli ambienti espositivi, ambienti aperti a qualsiasi forma d’arte, dalle più tradizionali alle più innovative. Nell’intento degli artisti che hanno voluto dare il via a questa nuova esperienza infatti ogni artista è ben accetto, la sua opera, purché abbia un valore artistico, può trovare spazio nella Galleria. La serata del 19 febbraio sarà serata anche di musica, un’altra arte pensata in questo caso per intrattenere nel percorso tra le arti figurative, al quale tutti gli artisti coinvolti hanno aderito con entusiasmo, iniziando a gettare le basi di quella comunità artistica a cui aspirano gli ideatori.