domenica, 05 Apr, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

“Piatto Buono”, l’iniziativa di Just Eat contro lo spreco arriva a Napoli

0

Prodotti invenduti, materie prime in abbondanza e ingredienti non conservabili dei ristoranti diventano piatti a sorpresa per non sprecare. E per ogni piatto acquistato un altro sarà donato da Just Eat per aiutare chi ne ha più bisogno. Al via la nuova iniziativa di Just Eat per coinvolgere i consumatori nella lotta allo spreco insieme ai ristoranti di Milano, Torino, Roma e Napoli.

Ordinare a domicilio contribuendo a ridurre lo spreco alimentare e donando un piatto a chi ne ha più bisogno? Oggi è possibile grazie all’iniziativa “Piatto Buono – Contro lo spreco alimentare”, il progetto che Just Eat, app leader per ordinare pranzo e cena a domicilio, lancia in occasione del 5 febbraio, Giornata Nazionale contro lo spreco alimentare per coinvolgere consumatori e ristoranti nella lotta allo spreco e per sensibilizzare verso il tema, sempre più attuale, del ciclo di vita del cibo.

Dal 5 febbraio, dal menù dei primi 35 ristoranti che hanno scelto di partecipare all’iniziativa a Milano, Torino, Roma e Napoli, sarà infatti possibile ordinare o aggiungere al proprio ordine a domicilio un “Piatto Buono contro lo spreco alimentare” creato cioè con prodotti freschi buoni e invenduti, abbondanze di cibo, prodotti non conservabili o del giorno e materie prime in eccedenza o prossime alla scadenza, a un costo scontatoOgni ristorante può presentare il proprio piatto buono, stabilito ogni giorno in base alla disponibilità di un surplus di ingredienti, e decidere quotidianamente se rendere il piatto disponibile o meno sul menù di Just Eat.

Sarà possibile sapere esattamente cosa conterrà il piatto solo quando si riceverà l’ordine a domicilio dal ristorante. Per aiutare gli utenti però, in base alla cucina di ogni ristorante, la descrizione del piatto indirizzerà sulla tipologia di pietanza, ricetta o ingredienti, stabiliti dai ristoranti in base alle loro abitudini di consumo dei prodotti e al menù, in relazione ai piatti più ordinati o piatti del giorno. Il piatto contro lo spreco è offerto dai ristoranti a un costo scontato e vantaggioso, da 3 a 7 euro, in base agli ingredienti e ai prodotti che in parte, o completamente, potrebbero rischiare di essere gettati via, o che risultano non conservabili per molti giorni.

Ma non è tutto. Per ogni Piatto Buono ordinato e gustato a domicilio, Just Eat ne donerà un altro a comunità e case accoglienza in collaborazione con le Caritas delle città di Milano, Torino, Roma e Napoli grazie a consegne mensili direttamente a domicilio di pranzi e cene. L’idea nasce quindi in continuità con il progetto Ristorante Solidale che dal 2016 recupera eccedenze e piatti solidali da alcuni ristoranti partner di Just Eat, e che ora permette a tutti di contribuire sia a ridurre lo spreco, acquistando e gustando a domicilio un piatto buono a sorpresa, realizzato con ingredienti e prodotti del giorno, sia a donare un piatto a chi ne ha più bisogno insieme a Caritas. Durante l’anno infatti i piatti contro lo spreco acquistati dai consumatori saranno conteggiati per donarne altrettanti alle famiglie e alle comunità indicate da Caritas a Just Eat.

Piatto Buono a Napoli

Ecco i ristoranti a Napoli che aderiscono all’iniziativa: Pollo&PatatePollo&Patate ChiaiaTriclinium GastronomiaLaura BistrotD’ausilio Macelleria Pub& GrillBurger KingHoop BagelRosticceria MagiaOca NeraKokoreO’ Sushi.  

L’Espresso napoletano è una rivista di arte e cultura che racconta il bello e il buono della Campania. Nella sua versione cartacea, in edicola ogni mese, si ritrova una particolare attenzione alle tradizioni del popolo partenopeo, nel tentativo di contribuire alla loro salvaguardia e valorizzazione. Per chiedere l'abbonamento alla rivista: info@rogiosi.it 0815564086