Politica… mente

Commenta

Salario minimo, reddito di cittadinanza, pensioni a mille euro! E già che ci siamo: via la legge Fornero, il Jobs Act, il bollo auto, le tasse universitarie e il canone Rai. La grande giostra delle promesse impossibili fa girare la campagna elettorale. Una gara a chi le spara più grosse, sorvolando sulle coperture finanziarie e illudendo qualche elettore. Certo, per i sondaggi quello dell’astensionismo rischia di essere il primo partito il 4 marzo.

tasse

E dai torto a chi diserta le urne? Le elezioni sono una fiera dei sogni. Ma arriverà il momento di rimettere i piedi sulla terra. Sarà l’attimo in cui lo spoglio dei voti verrà ultimato, e i partiti si rimangeranno tutto. Ma facciamo un po’ di conti prima, per comprendere perché le promesse elettorali saranno cancellate dopo. L’introduzione della flat tax è la bandiera del centrodestra, e prevede un prelievo fisso con aliquota unica sotto al 20% per tutti i redditi, sostituendo diverse imposte, a partire dall’Irpef. Costerebbe 40 miliardi nel modello proposto dalla Lega, circa 30 in quello di Forza Italia. Il leader leghista Salvini vuole abolire la legge Fornero: il buco sarebbe di 80 miliardi a regime nel 2025. Berlusconi, viceversa, si impegna ad alzare le pensioni a 1000 euro, casalinghe incluse: 7 miliardi.

elezioni

Talvolta cambiano i nomi, ma resta inalterato lo spirito. Così il “reddito di dignità” del capo di Fi (29 miliardi) somiglia al reddito di cittadinanza del M5S (15 miliardi). Trasversale è il quoziente familiare per abbattere l’imponibile dei nuclei, in base ai componenti: è nel programma di forzisti, 5 stelle e della Civica Popolare di Beatrice Lorenzin, ministro della sanità: costo 30 miliardi. Renzi lancia l’abolizione del canone Rai: 1,8 miliardi. Il leader di Liberi e Uguali, Pietro Grasso, pensa invece a eliminare le tasse universitarie, mossa da 1,9 miliardi. Un colpo di spugna al bollo auto per 20 milioni di proprietari? Vale 3 miliardi in meno per le casse pubbliche, promessi di nuovo da Berlusconi. Tanto mica li pagano loro.

Tag:, ,