Politica…mente

Commenta

La legge quadro della Campania sugli interventi per la promozione e lo sviluppo della pratica sportiva e della attività motorio-educativo ricreative, all’articolo 1 riconosce la funzione sociale dello sport, della pratica delle attività motorie e sportive, ricreative, educative ed agonistiche, per assicurare il miglioramento delle condizioni psicofisiche dei cittadini nonché il pieno sviluppo della loro personalità. Proclami solenni, ma negati dalla carenza e dalla fatiscenza degli impianti sportivi a Napoli e nella regione. Sullo sport le istituzioni locali non investono, strette tra le maglie di bilanci asfittici. Ma anche schiave di una cultura che snobba la funzione socio-educativa dell’attività fisica, per tacere dell’importanza nel campo della salute, e quindi della spesa sanitaria.

collana

Un velo di malinconica indifferenza abbraccia i grandi impianti come i piccoli, dal centro alle periferie. Costruzioni vetuste, manutenzioni scarse o inesistenti. E gestioni approssimative. Epitome di questa galleria degli orrori è lo stadio Collana, di proprietà della Regione. Chiuso da un anno e 3 mesi, destinato ad un restyling con i fondi per le Universiadi, è stato assegnato dal consiglio di Stato ad una società privata, ribaltando l’esito di una gara per l’affidamento. Palazzo Santa Lucia pensava di poterselo riprendere come nulla fosse: da un giorno all’altro ha scoperto di no. Risultato: stop ai lavori e chiavi dell’impianto da consegnare ai nuovi gestori.

palavesuvio

Ma l’elenco dei guai è lungo, tra gli impianti comunali. Infiltrazioni d’acqua al PalaVesuvio di Ponticelli, anch’esso inserito nella manifestazione Fisu, in passato chiuso per mancanza di agibilità. Stessa musica al Polifunzionale di Soccavo, di cui viene segnalato il degrado: giorni fa si è sviluppato un incendio all’interno. Un anno fa, porte sbarrate per mesi a piscina e centro sportivo della mostra d’oltremare. Ma ci sono anche impianti nuovi di zecca. Al Parco dello sport di Bagnoli sono costati 37 milioni i 23 ettari di campi di calcetto, basket, tennis, pallavolo, i 20 chilometri di pista ciclabile: solo che non sono mai stati aperti, per le indagini della magistratura sul disastro ambientale.

Tag:, ,