Politica…mente

Commenta

Secondo il Cresme, centro ricerche mercato, in Campania gli edifici costruiti illegalmente nel triennio 2012-2014 sono tra il 45% e il 60% di quelli autorizzati. E’ con questo viatico che la Regione, un anno fa, aveva pensato di varare la sua legge blocca ruspe. Una norma che dava ai comuni, una volta acquisiti gli immobili abusivi al patrimonio, la facoltà di ignorare le sentenze di demolizione, per alienarli o locarli. A chi? Anche agli autori degli abusi. Con una legge così avanzata, autentico presidio ambientale, ci si potrebbe stupire della dichiarazione di incostituzionalità della Consulta. Eppure, strano a dirsi, i giudici costituzionali hanno bocciato la norma. La Corte ribadisce che gli immobili abusivi devono essere abbattuti. Un principio fondamentale del “governo del territorio”. E afferma che il legislatore statale “in considerazione della gravità del pregiudizio recato all’interesse pubblico” dagli abusi, ne impone la rimozione “in modo uniforme in tutte le Regioni”.

abusivismo edilizio

Quanto alla “possibilità di locare o alienare gli immobili acquisiti al patrimonio comunale a seguito dell’inottemperanza all’ordine di demolizione”, la norma la rendeva “un esito normale, ma così facendo violava il principio fondamentale della demolizione”. Con la conseguenza, inoltre, di “intaccare e al tempo stesso sminuire l’efficacia anche deterrente del regime sanzionatorio dettato dallo Stato”. Un complesso di norme che ruota proprio sugli abbattimenti, l’unico “esito normale”. E l’effettività delle sanzioni risulterebbe “ancora più sminuita – osservano i giudici – nel caso di specie, in cui l’interesse pubblico alla conservazione dell’immobile abusivo potrebbe consistere nella locazione o nell’alienazione dello stesso all’occupante per necessità responsabile dell’abuso. In tal caso, l’illecito urbanistico-edilizio si tradurrebbe in un vantaggio per il trasgressore”.

abusivismo edilizio

Con la Consulta sarebbe d’accordo quel politico che ha proposto al governo una legge rigorosa, che preveda da tre a cinque anni di carcere per chi costruisce edifici abusivi. Si chiama Vincenzo De Luca ed è il governatore della Campania. Ma ha specificato che l’idea varrebbe per gli abusi commessi d’ora in poi. Per il passato, cosa te lo dico a fare? Meglio fermare le ruspe…

Tag:, , ,