mercoledì, 20 Nov, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

REPERTI, al d2.0-Box della dirartecontemporanea|2.0 gallery a Caserta

0

In occasione della 12° giornata del contemporaneo AMACI, “d2.0-Box” della “dirartecontemporanea|2.0 gallery” a Caserta, inaugura “Reperti”. Si tratta di un evento particolare ed affascinante (ma non ancora del tutto svelato) studiato per rivivere e riscoprire un progetto di public-art concepito e realizzato oltre un decennio fa. Qualche indizio? Era il 2003, in una piazza, con 15 artisti coinvolti.

La mostra, ispirata all’opera “Una preghiera per l’Europa” di Emilio Isgrò (immagine creata appositamente dall’artista per la Giornata del Contemporaneo) è il ricordo di una situazione artistica realizzata per la città di Caserta, dove si parlò di un sogno, la Pace, da sempre inseguita dall’umanità e mai globalmente realizzata: “Un Ricordo/mostra” spiega Angelo Marino, curatore e direttore di “d2.0-Box” della “dirartecontemporanea|2.0 gallery”, che si esplicita attraverso “la presentazione di quello che è rimasto e ritrovato dell’evento pubblico”.

Fanno parte dell’allestimento affiches, inviti, cataloghi, alcune lettere che accompagnarono i lavori su carta, i testi critici ma soprattutto i quindici “d’apres”,  dai disegni originali, chiesti agli artisti “i primi esposti in una piazza, a diramare fenomeni energetici carichi di segni extracorporei, luminescenze cromatiche, interpretazioni tematiche, i secondi in un luogo istituzionale preposto alla funzione di galleria civica.

Ho voluto con questa mostra andare oltre la presentazione di opere aventi un concreto e reale valore commerciale e preferire ‘oggetti/reperti’ ritrovati che seppur connessi ai disegni-opere non presenti, perché restituiti agli artisti, racchiudessero tutt’ora una forte valenza culturale che spero sia altrettanto riscontrabile in chi verrà in visita”.  Altro non raccontiamo, se non che l’intento del raffinato gallerista è quello di  creare una colta suspense prima dell’inaugurazione, ed accogliere i visitatori nel suo spazio “quasi come giovani archeologi che sanno di trovarvi qualcosa ma non precisamente cosa”.

 

INFO:

REPERTI – dal  15 ottobre al 26 novembre

D2.0-box, via Tommaso Campanella 10 – Fraz. San Clemente – Caserta
giovedì, venerdì e sabato dalle 18,30 alle 21,00 – solo per appuntamento

+ 39 333 44 61 479 – dirarted20@gmail.comwww.dirartecontemporanea.eu

Storica d’arte, curatrice, giornalista pubblicista, Loredana Troise è laureata con lode in Lettere Moderne, in Scienze dell’Educazione e in Conservazione dei Beni Culturali. Ha collaborato con Istituzioni quali la Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici di Napoli, l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa e l’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. A lei è riferito il Dipartimento Arti Visive e la sezione didattica della Fondazione Morra di Napoli (Museo Nitsch / Casa Morra / Associazione Shimamoto / Vigna San Martino), e figura nel Dipartimento di Ricerca del Museo MADRE. È docente di italiano e latino e collabora presso la cattedra di St. dell'Arte contemporanea all'Accademia di BB.AA. di Napoli. Ha pubblicato cataloghi (Rogiosi editore) e contributi/saggi su libri e riviste per importanti case editrici.