San Martino Valle Caudina, il palio dei “catuozzi” e altri eventi

Commenta

Prosegue Illumina la notte”, il programma artistico per le festività natalizie realizzato dal Comune di San Martino Valle Caudina, con la direzione artistica di Alessandro Capuano. Nella giornata di lunedì 24, dopo il caratteristico intrattenimento musicale con gli zampognari, le contrade della cittadina irpina ospiteranno, a partire dalle 23:00, il Palio dei Catuozzi.

valle caudina

Il Palio dei Catuozzi è un’iniziativa che la Pro Loco locale ripropone dal 1972 ed è l’unico evento nel suo genere nella provincia di Avellino, Benevento e Caserta. I “catuozzi” non sono altro che grandi pire di legno che un tempo venivano realizzate in tutti i comuni a ridosso dei monti il 24 dicembre, e accese prima delle funzioni religiose della Santa notte. Dalle 17:00, nelle piazze del comune di San Martino, la tradizione si rinnova, con la partecipazione delle diverse contrade che raccolgono ceppi di legna e radiche dai campi con le quali realizzeranno i “catuozzi”, alcuni dei quali raggiungono una circonferenza alla base di circa 20 metri. 

Altri appuntamenti del Natale in Valle Caudina

Martedì 25 alle ore 18.00 nella Collegiata di San Giovanni BattistaConcerto di Natale a cura dell’Associazione Santa Maria di Loreto. Mercoledì 26 si replica “Cantine del gusto”, alle 18.30 evento per i bambini in piazza XX Settembre con il “Teatro dei burattini”; alle ore 20.30 appuntamento musicale imperdibile in piazza XX settembre con il concerto di Marcello Colasurdo e Biagio De Prisco.

valle caudina

Marcello Colasurdo, interprete della canzone tradizionale vesuviana e voce storica degli Zezi, di cui è stato componente per diciotto anni, è dal 1996 il leader dei Marcello Colasurdo Paranza; è inoltre interprete autodidatta di cinema e teatro, lavorando per registi come Federico Fellini al cinema, e Mario Martone al teatro. Biagio De Prisco è riconosciuto da tutti i musicologi e ricercatori della tradizione come il più giovane virtuoso portatore della tradizione. Voce naturale ed autentica della tradizione agro-nocerino sarnese. Si presenta a noi in veste di danzatore, presentando lo stile della Tammurriata di San Marzano, di cui lui è originario, riportando fedelmente movenze e passo che tutt’ora solo pochi anziani conoscono.

Tutti gli eventi del programma sono ad ingresso libero.

 

Tag:, , ,