Scampia a Venezia, con un film diverso dal solito

Commenta

È stata inaugurata oggi la 33. Settimana Internazionale della Critica, sezione autonoma e parallela organizzata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) nell’ambito della 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, e composta da una selezione di sette opere prime in concorso e due eventi speciali, tutti presentati in anteprima mondiale.

nessuno è innocente

Al fianco dell’interprete Salvatore Esposito (“Gomorra”, Lo chiamavano Jeeg Robot, Addio fottuti musi verdi), il regista Toni D’Angelo (L’innocenza di Clara, Filmstudio Mon Amour, Falchi) ha presentato la sua ultima opera, intitolata “Nessuno è innocente” in cui ha voluto mostrare un volto sconosciuto di Scampia, allontanandosi dai luoghi comuni e dalle notizie di cronaca nera che la descrivono come inferno dantesco.

nessuno è innocente regista

“Siamo ormai tartassati da notizie su Napoli e Scampia. – ha dichiarato il regista – I media ce ne danno una immagine a senso unico: se entri a Scampia rischi la vita. Ci entri e non sai se ne esci vivo. Le serie tv di successo, i romanzi, i programmi di politica sociale: tutti ne parlano. Sparatorie, assassinii, spaccio di droga. Solo questo fa notizia e solo questo arriva alla gente comune che vede ormai Napoli e Scampia alla stregua delle Favelas di Rio. A Scampia ci sono persone meravigliose. Gente per bene che però non viene raccontata. Nessuno è innocente è un viaggio nel disastro dei luoghi comuni tutto raccontato dal punto di vista distorto e acido del nostro protagonista”.

Tag:, , , , ,