giovedì, 14 Nov, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Segno del Capricorno. La rinascita della Luce

0

Al Segno del Capricorno viene, in astrologia, attribuito un carattere freddo, distaccato, solitario, a volte snob. Forse per il clima e la stagione che lo ospita, per il pianeta che lo governa, il vecchio e saggio Saturno, tutto indica caducità e declino ma il Sole che transita in questo segno e che sembra essere così “mortificato”, è invece sinonimo di resilienza.

Un Sole che dorme sotto una dura zolla di terra, ma come il seme che custodisce ciò che sarà poi frutto, nel segno del Capricorno, è inizio di vita e di rinascita. Questo Segno coincide con il Solstizio d’inverno, dove la luce, sconfiggendo le tenebre, ricomincia la sua risalita, evento da sempre ritenuto magico con evidenti implicazioni simboliche e religiose. Il Sole che esce vittorioso dalle tenebre, viene identificato in una figura divina: il Salvatore che reca luce e restituisce calore, che diventa amore restituito all’umanità. L’energia, che ben conservata sotto la terra, elemento a cui appartiene il Capricorno, può essere bene incanalata verso la riuscita nelle sfide della vita.

Il Sole capricorniano, incita verso alte vette attraverso percorsi impervi, ma congeniali ai nati sotto questo segno. L’intelletto è fortemente stimolato da tutto ciò che è legato al puro raziocinio, ma nonostante ciò, l’emotività, sebbene sotto controllo, in questo segno, è forte, risiede nel profondo rispetto per le proprie radici e nella difesa del contesto in cui vive come presenza affidabile e costruttiva.

Il Sole in Capricorno possiede una spiccata autostima che deve essere contenuta per non diventare un’arma a doppio taglio. Ovvero l’idea di essere invincibili e mai perdenti.

La missione che il Capricorno dovrebbe compiere ha molte similitudini con quella del Sole: riuscire a squarciare le tenebre di un buio interiore, che viene favorito dalla mancanza di conoscenza e spinge verso la materia.

II compito del Sole che riscalda il Segno scopre quel raggio di luce immortale che è racchiuso nel seme gettato, che può, rinascendo, realizzare il suo compito materiale e spirituale, accedendo a livelli superiori di consapevolezza che corrispondono alla conquista della “saggezza”, vero scopo della sua vita.

La Terra del Capricorno è dura e poco fertile, impermeabile spesso alle influenze esterne, soprattutto se queste vengono ritenute nocive e vissute come portatrici di energie negative con il pericolo di un blocco energetico nell’interagire con il prossimo.

Il Capricorno ha bisogno di rielaborare esperienze vissute, per poterle rivalutare e farne tesoro. In questo lavoro viene sostenuto da Saturno, suo maestro di vita, che insegna al Sole a interiorizzare e fissare la capacità animica, di introiettare nella memoria più profonda, tutto ciò che si è appreso ed elaborato, utile a rendere concreti i suoi ideali.

L’immagine del Segno del Capricorno è costituita da un incrocio tra una capra e un pesce, una duplice veste di terra e acqua, che illustra la natura del segno: come segno di terra, determina valore alla sfera materiale e, come acqua, è alla ricerca del mondo interiore.

La soluzione risiede in un percorso che favorisce la riuscita dell’impegno che si vuole assolvere, analizzando la psiche attraverso la sfera emozionale.

Per ricevere un quadro astrale personalizzato:
Stella Orazio
Mail: stella.1954@alice.it
Mob: +39 3483808189

La rivista l’Espresso napoletano ospita ogni mese la rubrica Svelare i segni a cura di Stella Orazio, operatore olistico. Per collezionare tutti i numeri dell’anno, clicca qui >>> ABBONAMENTO L’ESPRESSO NAPOLETANO

L’Espresso napoletano è una rivista di arte e cultura che racconta il bello e il buono della Campania. Nella sua versione cartacea, in edicola ogni mese, si ritrova una particolare attenzione alle tradizioni del popolo partenopeo, nel tentativo di contribuire alla loro salvaguardia e valorizzazione. Per chiedere l'abbonamento alla rivista: info@rogiosi.it 0815564086