venerdì, 20 Set, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Un venerdì sera dal sapore di caffè

0

Il lunedì è sempre una giornata difficile: dopo un fine settimana che ci è sembrato, come al solito, troppo breve, la sveglia suona presto e la voglia di alzarsi è davvero poca. L’unico rimedio a questa “settimanale tragedia” che si consuma nelle case di noi tutti è sempre stata e sempre rimarrà una sola: un buon caffè. Uno per iniziare; ne seguiranno altri perché la giornata è lunga ma il primo caffè, proprio oggi che è lunedì, ci sembra davvero necessario.

Stamattina, come da copione, la sveglia ha suonato troppo presto, fatico ad alzarmi e corro alla macchietta del caffè: solo lei mi può salvare! Ma questa settimana a tenermi sveglia non sarà solo il caffè che mi accingo a bere (il primo di una lunga serie, inutile ripeterlo) ma anche il ricordo di una serata allegra, divertente e dall’incredibile aroma di caffè.

Venerdì sera, al Teatro Acacia, sono stata infatti accolta, nell’entrare in platea, da un inconfondibile e meraviglioso odore di caffè.

Visto il titolo dello spettacolo in programma non poteva essere altrimenti: Il caffè con una effe, ideato e condotto da Antonio Lubrano; presentato dal mensile “l’Espresso napoletano” e “Pulcinellamente”, rassegna nazionale di Teatro scuola, con la regia di Elpidio Iorio.

Una serata presentata da un veterano della televisione e dello spettacolo quale Antonio Lubrano che, con la sua sicurezza, simpatia ed il suo garbo ha “condotto” lo spettacolo, raccontando divertenti aneddoti e bizzarre curiosità che hanno introdotto le canzoni che si sono susseguite.

Canzoni napoletane sul tema del caffè ma anche qualche pezzo “fuori tema” e qualche brano tratto dal repertorio della tradizione del café chantant hanno intrattenuto e coinvolto il pubblico del teatro.

Necessario menzionare i musicisti: al pianoforte il maestro Mariano Bellopede,al contrabbasso Luigi Fiscale, alla batteria Giuseppe Fiscale e i due bravissimi cantanti: Raffaela Carotenuto e Carmine De Domenico, che hanno incantato tutti con la loro voce e con la loro abilità nella recitazione e nell’arte dell’intrattenimento.

Ospite della serata l’avvocato/cantante Sergio Carlino, dalle incredibili doti canore, che ha regalato un simpatico momento musicale animando il repertorio proposto.

Una serata piacevole e leggera, un tuffo nella tradizione della nostra città e nella storia di una bevanda che è divenuta uno dei simboli di Napoli. Un racconto, in parole e musica, delle  nostre abitudini, di quella quotidianità che spesso, nella sua banale meravigliosità, ruota proprio attorno ad una tazzina di caffè bollente.

La casa editrice Rogiosi ha presentato al pubblico la collana Neapolitan Express (tradizioni e riti partenopei in formato tascabile: sei volumetti in italiano e in inglese, corredati da numerose foto,  piccolo ed utile vademecum per i turisti e per gli stessi napoletani che vogliano conoscere meglio storie e tradizioni della propria città) ed il libro L’arte del caffè, di Edmondo Capecelatro, che in una veste elegante racconta la storia del nero infuso e delle antiche caffetterie in Europa, in Italia e poi a Napoli.