Vertigini Napoletane per l’artista Chiara Cascione

Commenta

Si è inaugurata sabato scorso, a Napoli, la personale di Chiara Cascione, Vertigini Napoletane.
L’esposizione, ospitata presso il Complesso Monumentale di San Severo al Pendino, include le ultime opere dell’artista. Una visione della città fluidissima, da vertigine per l’appunto. Luoghi iconici cittadini diventano in queste opere mobili, scorrevoli, quasi deformati. Forme dritte s’incurvano in interrogativi. Le pennellate corpose restituiscono il sangue della città che pare abbandonare le sue viscere e scorrere sfacciato come vene aperte nei paesaggi napoletani.

locandina vertigini napoletane

Il mare schiaffeggia le coste, con un’instancabile lena. L’iconografia classica da gouache settecentesca viene ribaltata e lì dove c’erano i cieli tersi ci sono nuvole plumbee, polveri di fuoco e un ribollio di anime. Anche San Gennaro, che pure appare, non è salvifico, ma girando le spalle al vulcano è quasi figura inquietante, giudice severo.
La bella mostra restituisce allo spettatore una Napoli diversa ma decisamente più aderente alla visione reale, dove tutto e duplice e dove l’allegoria non spiega ma introduce in un percorso profondo, ma non necessariamente salvifico.
La personale sarà visitabile fino al 20 marzo dal lunedì al sabato dalle 9  alle 19

Tag:, , , ,