venerdì, 15 Nov, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

XIV Premio Napoli c’è: celebrati all’Acacia i 70 anni della Costituzione italiana

0

Sarà la Costituzione Italiana quest’anno la protagonista del Premio Napoli c’è, la kermesse culturale tutta napoletana giunta ormai alla XIV edizione, organizzato dall’editore Rosario Bianco (Rogiosi editore) e assegnato dalla rivista l’Espresso napoletano.

Il Premio Napoli c’è vuole essere un riconoscimento a quanti, per professione e/o scelte di vita, si sono adoperati e continuano ad adoperarsi, a Napoli e più in generale in Campania, per promuove valori di cultura, legalità, solidarietà; quest’anno l’imprenditore ha deciso anche di rendere omaggio alla nostra Costituzione, che proprio nel 2018 ha compiuto il suo settantesimo anno di vita.
La serata di premiazione, condotta da Gino Rivieccio e Ornella Mancini, si svolgerà dunque al Teatro Acacia lunedì 26 novembre; tra gli ospiti non mancheranno numerose autorità civili, religiose e militari, nonché giornalisti, abbonati e sostenitori de l’Espresso napoletano.

Lo spettacolo si aprirà con l’Inno di Mameli, intonato da settanta bambini del 38° Circolo Didattico di Napoli “Quarati”; subito a seguire, i premi, realizzati dallo scultore Lello Esposito.
Si comincerà con l’Arma dei Carabinieri, il Corpo della Polizia di Stato e il Corpo della Guardia di Finanza, costantemente al servizio dei cittadini; ritireranno il premio Il Generale del Corpo d’Armata Vittorio Tomasone, il Questore di Napoli Antonio De Iesu e il Generale di Divisione Virgilio Pomponi.
Quindi sarà la volta del giornalista e scrittore Vittorio Del Tufo e del vicepresidente del Consiglio di Presidenza della Corte dei Conti, del magistrato, giornalista e scrittore Nicola Graziano e del Procuratore Generale della Repubblica Luigi Riello, del Presidente emerito della Corte Costituzionale Francesco Paolo Casavola e di Bianca Iengo, coordinatrice del progetto “Un farmaco per tutti”, ideato dal Cardinale Crescenzio Sepe, per garantire cure farmacologiche ai più poveri.
Riceveranno il riconoscimento anche l’imprenditrice Alessandra D’Antonio e il compositore e pianista Antonio Fresa, componente, insieme a Fabrizio Fiore, dei South Designers nonché ideatori di “Napoli Files”, un viaggio contemporaneo nella storia della canzone napoletana.

Infine, anche quest’anno, verrà assegnato il Premio #Vivinapoletano, in collaborazione con la Banca di Credito Cooperativo di Napoli.
Nel corso della serata, poi, tantissimi saranno i momenti dedicati alla musica, grazie non solo ai South Designers che con Pietra Montecorvino presenteranno un brano inedito di “Napoli Files”, ma anche ad Antonio Onorato, Caterina Molfino e Luca Amitrano e ai Panama Group, nonché al presentatore Gino Rivieccio che regalerà al pubblico del Premio Napoli c’è una delle sue più belle canzoni, “Questa Napoli”, a stimolare una riflessione sulla Napoli di ieri e di oggi.