venerdì, 20 Set, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Zuppa di pesce

0

Ogni città di mare ha nella sua tradizione la zuppa di pesce. Tutte hanno in comune l’utilizzo di pesce fresco. La versione napoletana vanta una storia secolare ed ha la particolarità di essere una minestra che prevede l’utilizzo del pesce meno bello e povero tipico delle splendide zone del Golfo di Napoli. Sicuramente famose sono le Zuppe di Pesce preparate nei ristoranti del porto di Pozzuoli, dove la tradizione vuole che nasca. A seconda della disponibilità del pescato troveremo: scorfani (obbligatorio), gronghi, cozze, vongole, telline, seppie, calamaretti, cefalotti, tracine, gallinelle, gamberi, ecc.

Ingredienti per 6 persone

Scorfano gr. 500
Altri pesci a piacere gr. 700
Cozze Kg. 1
Vongole gr. 500
Polipi o calamari gr. 400
Pomodori pelati kg. 1,250
Aglio 2 spicchi
Olio
Prezzemolo
Sale e pepe
Vino 1 bicchiere
Fette di pane tostate a piacere

Procedimento

Pulite, lavate e asciugate le varie qualità di pesce e di molluschi, lasciandoli interi. Grattate e lavate molto bene le cozze, lavate le vongole, lasciate aprire entrambe con una goccia d’olio in un “ruoto”, scolatele, mettetele da parte e conservate il liquido di cottura dopo averlo filtrato. In un “ruoto” grande soffriggete l’aglio nell’olio, versate i pomodori, il vino e il pepe e lasciate cuocere una ventina di minuti, finché la salsa non si addensi. Cominciate quindi a mettere nella salsa i polipi o i calamari, coprite il recipiente, fateli cuocere da 20 a 30 minuti a seconda della grandezza, diluendo con il brodo dei frutti di mare quando necessario.
Aggiungete poi lo scorfano e gli altri pesci lasciandoli cuocere in tutto meno di un quarto d’ora a fuoco lento, rifinendo la zuppa con il prezzemolo e con cozze e vongole non sgusciate, cinque minuti prima di spegnere il fuoco.
Aggiustate di sale se necessario e servite accompagnando il piatto con le fette di pane tostato,