venerdì, 28 Gen, 2022 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Alla Federico II si parla di cultura del rispetto e violenza di genere

0

Lunedì 19 dicembre 2016 alle ore 16.30 presso l’Aula Pessina alla Federico II si è svolto l’incontro, promosso dal Comitato Unico di Garanzia dell’Ateneo (CUG), “Cultura del rispetto e violenza di genere, nel web e nel mondo reale”. Ospite dell’incontro la presidente della Camera on. Laura Boldrini che si è soffermata sui temi della violenza contro le donne soprattutto sul web, richiamando da ultimo il tragico evento del suicidio di una ragazza napoletana. Dopo i saluti del rettore Gaetano Manfredi, sono intervenuti Concetta Giancola, presidente del Comitato Unico di Garanzia, e Valeria Valente, presidente del Comitato Pari Opportunità della Camera dei Deputati.

A seguire si è tenuta una tavola rotonda a cui hanno preso parte Fabiola Silvestri, primo dirigente della Polizia Postale di Stato di Napoli, Maura Striano, coordinatrice del Dottorato “Mind, Gender and Language”, Dipartimento Studi Umanistici Università degli Studi di Napoli Federico II, Patrizia Esposito, presidente del Tribunale per i Minorenni, Ester Siracusa, avvocato penalista, Elvira Reale, psicologa, Centro Dafne –  Codice Rosa dell’Ospedale Cardarelli di Napoli.

L’evento è stato una preziosa occasione per discutere non solo del ruolo della donna, ma anche per rinsaldare quelli che devono essere i rapporti tra un Ateneo e la società su cui insiste. Negli ultimi anni, come da statistiche, la violenza di genere si è ampliata e inferocita entrando prepotentemente anche nella rete, sempre meno virtuale. Sul punto ha affermato la Presidente Boldrini: “Dopo decenni di lotte non possiamo essere messe di fronte alla scelta tra accettare le violenze on line o uscire dal web rinunciando a un nostro diritto”.

L’evento vuole essere, quindi, una prosecuzione delle iniziative che legano l’ateneo federiciano all’impegno per la parità di genere e la lotta a ogni tipo di discriminazione. “Il lavoro del CUG della nostra università parte dal presupposto di non considerare le donne come soggetti da proteggere, tutelare o difendere dalle discriminazioni, ma considerarle come elementi di forza da valorizzare nelle organizzazioni. Oggi abbiamo parlato di donne, ma in realtà vogliamo lavorare per abbattere tutti i tipi di discriminazione, non solo quelle di genere; nostro compito è quello di costruire una Università che sia sempre più inclusiva”, queste le parole di Francesca Galgano, membro eletto al CUG per la componente docenti.

A queste parole sono seguite quelle di Valeria Valente: “Mi sono laureata alla Federico II, devo molto a questa università e credo che ci siano delle grandi energie da esprimere, penso quindi che questo evento possa essere il primo passo di un percorso condiviso che veda le Istituzioni ancora più in sinergia con l’Università napoletana per la tutela dei diritti e la diffusione di tematiche che devono essere prioritarie”. La tavola rotonda si è conclusa con una toccante performance dell’attrice Cristina Donadio, sul disagio delle donne e sul diritto a una maternità tutelata. Presente in aula l’artista Mimmo Jodice, la cui partecipazione conferma la volontà della Federico II di essere non solo luogo di studio, ma anche agorà di incontro, che possa far dialogare le differenti eccellenze metropolitane.