giovedì, 29 Ott, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

A Coroglio la Scuola Estiva di Matematica di Napoli… per professori

0

Il 17 luglio aprirà i battenti la Scuola Estiva di Matematica di Napoli, che avrà luogo per quattro intensi giorni, fino al 20 luglio, presso l’Istituto Denza di Posillipo, in Discesa Coroglio numero 9. La scuola è destinata alla formazione dei docenti della scuola secondaria di secondo grado, soprattutto in vista del nuovo esame di maturità che sarà in vigore dal prossimo anno scolastico, e che vedrà una seconda prova per il Liceo Scientifico a carattere multidisciplinare, cioè legata non solo alla matematica, ma più in generale alle materie scientifiche. A organizzare quella che sarà un’occasione di apprendimento e perfezionamento, ma anche di incontro e condivisione per i docenti partecipanti, è Mathesis, la Società Italiana di Scienze Matematiche e Fisiche fondata nel lontano 1895.

mathesis

Abbiamo chiesto alla professoressa Atalia Del Bene, docente del Liceo classico Pansini di Napoli e consigliere nazionale di Mathesis, di anticiparci qualcosa del programma della scuola che sta per cominciare. Per spiegare il nuovo metodo d’esame, e formare così anticipatamente i docenti che saranno coinvolti, saranno presenti due dirigenti tecnici del MIUR, Domenico Di Sorbo e Antonio Scinicariello. Nei giorni della scuola saranno attivati cinque laboratori, nei quali verrà spiegato il funzionamento dell’applicazione Geogebra nella didattica quotidiana, così come le possibilità di utilizzo dei software di geometria dinamica Math animations, ma verranno anche approfonditi problemi di Educazione finanziaria e problemi applicativi di calcolo delle probabilità.

scuola estiva matematica

Alcuni informatori dell’azienda Casio insegneranno ai formatori i procedimenti per l’utilizzo delle calcolatrici grafiche, il cui uso è consentito negli ultimi anni nelle prove scritte dell’esame di maturità, ma che sono apparecchi di notevole complessità. Diversi saranno i docenti universitari che prenderanno parte alla scuola, arricchendo il programma con i loro interventi: si tratterà di docenti provenienti da diversi atenei italiani, tra i quali possiamo citare la professoressa Emilia Di Lorenzo e i professori Francesco De Giovanni, Alessio Russo e Salvatore Venticinque. Sarà presente naturalmente, per dare il benvenuto ai partecipanti, Emilio Ambrisi, presidente di Mathesis, mentre è prevista la presenza per i saluti istituzionali di Salvatore Pace, vicesindaco della Città Metropolitana e preside del Liceo Pansini.

mathesis

Uno spazio adeguato sarà dedicato all’ambito dei Disturbi Specifici di Apprendimento, con particolare attenzione alla dislessia, in una riflessione mirante a comprendere la differenza tra difficoltà dei ragazzi nel fare calcoli e disturbi veri e propri; a intervenire nel laboratorio, Andrea Di Somma, medico foniatra esperto in psicopatologia degli apprendimenti, e Maria Cristina Veneroso, terapista della neuro e psicomotricità. La scuola si preannuncia come un’occasione di confronto e discussione tra docenti e dirigenti tecnici, pronti a camminare insieme e condividere percorsi per migliorare l’offerta formativa in ambito matematico e pensare alle migliori opportunità di crescita, apprendimento e maturazione da offrire ai ragazzi nel loro percorso scolastico.