martedì, 19 Gen, 2021 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

A Napoli Centrale un murale di oltre 400 mq: è “PopNapoliPop”

0

Grazie all’accordo raggiunto tra le Accademie di Belle Arti di Napoli e Roma, tanti studenti hanno superato le restrizioni della pandemia per guardare al futuro. “Accademie in Stazione” è il titolo dell’iniziativa, che ha dato vita a due importanti momenti di arte pubblica a Roma e Napoli. E non solo: ha messo a disposizione degli studenti l’opportunità straordinaria di esporre in spazi espositivi insoliti e di grande visibilità.

Napoli

A Napoli, gli studenti si sono cimentati in un’opera di fortissimo impatto. “PopNapoliPop” è un murale che si estende su quasi 400 mq. lungo Corso Novara, e che rappresenta un atto d’amore verso la città. Protagonisti, il cibo, il cinema, lo sport la musica, i luoghi, passioni che avvicinano e uniscono.

Raffigurate sul murale, le icone e i luoghi simbolo che hanno reso Napoli famosa nel mondo: dal Maschio Angioino a Totò, dalla pizza a Troisi, dalla fontana del Gigante a Maradona, dall’obelisco di Piazza san Domenico a San Gennaro. Il tutto raccontato con la colori forti e grande dinamicità che solo i giovani possono usare per esprimere la loro fiducia verso il futuro.

Roma

A Roma, nell’atrio della stazione Termini, “Visioni d’istanti” è un percorso espositivo che si sviluppa su pannelli in forex. Gli studenti hanno interpretato e raccontato la stazione Termini: dal Dinosauro visto con gli occhi di un bambino, al sogno di una stazione green in piena sintonia con la natura, passando per gli elementi architettonici, l’iconico orologio e le emozioni legate da sempre al viaggio.

Per la particolarità del momento, tutti gli studenti hanno lavorato a distanza e sperimentato nuove tecniche digitali, trasformando i limiti imposti dalla pandemia in una grande opportunità.

Le Accademie

Fondamentale per la realizzazione dell’iniziativa è stato l’impegno dei professori delle Accademie: Sabina Alessi, titolare del corso di decorazione per quella di Roma, e Rino Squillante, docente dei corsi di pittura, disegno, tecniche extramediali, e Marco Gallo, docente di applicazioni digitali per le arti visive per l’Accademia di Napoli. E il coordinamento generale di Lavinia Giangreco dell’agenzia Sangit.

La fiducia nel futuro attraverso l’arte

Le due esposizioni portano in sé un grande valore di comunicazione e culturale arricchito dal valore indiscusso degli studenti delle due prestigiose istituzioni di Alta Formazione Artistica tra le più antiche e titolate d’Italia, da sempre parte integrante del sistema dell’arte e del valore culturale e formativo.

Tanti giovani artisti escono dai confini e interpretano le città e le stazioni in libertà, superando vincoli e restrizioni, per esprimere un sentimento di forza e ottimismo verso il futuro grazie alla potenza dell’arte. E le stazioni diventano luogo di incontro e contaminazione positiva tra i diversi territori italiani.