martedì, 26 Gen, 2021 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Accademia delle Arti, Mestieri e Professioni: un Natale all’insegna della solidarietà

0

In un mondo provato dalla pandemia e dai suoi effetti sanitari, economici e sociali, che rischia di incattivirsi sempre di più, il confine tra l’indifferenza verso i più deboli e il pensiero mors tua vita mea si fa sempre più sottile. Aleggia un senso di sopravvivenza nelle categorie sociali medio-basse che diventa, invece, avidità nelle fasce benestanti della popolazione.

Questa particolare condizione della società sortisce due effetti: in primis, la spaccatura sociale si fa sempre più evidente e se chi era povero ora è più povero, chi era ricco ora o è più ricco, o ugualmente ricco, ma improvvisamente più guardingo, più attento, più conservatore; in secondo luogo, le iniziative benefiche da parte di chi ha avuto sempre a cuore il destino dei meno fortunati si moltiplicano e acquistano ancora più valore perché connotate da una nuova qualità: il coraggio.

Esatto, in questo periodo per fare beneficenza ci vuole anche coraggio. Questo non significa che ora chi si prodiga in iniziative solidali deve sbandierare le sue attività – del resto, il Vangelo lo insegna: « […] quando invece tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti segreta» –, però sicuramente va fatto un plauso a chi coltiva ancora il sentimento del ‘dare’.

Questa predisposizione dell’animo umano è peculiarità degli associati all’Accademia delle Arti, Mestieri e Professioni che, anche nell’anno più difficile degli ultimi decenni, hanno trovato quel ‘coraggio’ di fare beneficenza, sempre con la consueta riservatezza che si addice ai puri di cuore. Sebbene l’Accademia, rappresentata dai promotori e testimonial Rosario Bianco e Catello Maresca, e dal presidente Marcello Bernini, non ha alcun interesse nel ricevere pubblicità o attenzione mediatica dalle proprie iniziative, è bene dare risalto ad alcune tra le ultime attività solidali.

Solo negli ultimi giorni, infatti, l’Accademia delle Arti, Mestieri e Professioni si è adoperata su più fronti, e quindi ha donato e consegnato: spese solidali a don Aniello Manganiello all’Oratorio Don Guanella a Scampia; spese solidali e coperte al Centro Sportivo Sociale Maddaloni di Gianni Maddaloni, sempre a Scampia; cento coperte al Complesso dei Padri Missionari Vincenziani; giocattoli e doni per i più piccoli alla fondazione ‘A voce d’e criature di don Luigi Merola.

Queste appena descritte rappresentano solo la punta dell’iceberg di tutte le iniziative di solidarietà che per tutto il 2020, come in tutti gli anni passati, l’Accademia ha portato avanti. Ne citiamo solo alcune come la consegna delle spese solidali a Montesanto, a Santa Lucia, a Caivano, a Padre Maurizio Patriciello a Scampia, e ancora alla Mensa del Carmine di Padre Francesco Sorrentino alla quale l’Accademia ha donato anche migliaia di mascherine per contrastare il contagio causato dal Covid-19.

Un altro anno all’insegna della solidarietà sta per chiudersi e, nonostante ci si aspetta dal 2021 un ritorno ad un mondo più ‘normale’, possiamo affrontare il prossimo futuro con una certezza: l’Accademia delle Arti, Mestieri e Professioni ci sarà sempre, al fianco dei più deboli, con eleganza, riservatezza… e coraggio.

L’Espresso napoletano è una rivista di arte e cultura che racconta il bello e il buono della Campania. Nella sua versione cartacea, in edicola ogni mese, si ritrova una particolare attenzione alle tradizioni del popolo partenopeo, nel tentativo di contribuire alla loro salvaguardia e valorizzazione. Per chiedere l'abbonamento alla rivista: info@rogiosi.it 0815564086