martedì, 01 Dic, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Allegra con brio ritorna a veleggiare per insegnare ai ragazzi come governare la propria vita

0

Il mare, il navigare a vela, il vivere e capire una barca, scrutare il cielo ascoltando il vento e le onde, udendone il respiro ed il pulsare per comprenderne i moti… queste sono emozionanti esperienze di grande valore formativo. “Allegra con brio” è il nome di un progetto di grande respiro, sì ambizioso ma fattibile. Allegra è anche il nome di un’imbarcazione, di una splendida “Signora” del mare, una barca a vela che è il fulcro di questa iniziativa d’importante valore socio-educativo… allegra con brio.

allegra con brio

Promotore di questa avventura è l’Associazione “Un Ponte nel Vento” (www.unpontenelvento.org), ed è il caso di dire che tutto nasce dal mare… poiché l’organizzazione stessa nasce dall’esperienza di persone cresciute navigando a vela sin da piccole, e dal desiderio di condividere esperienze e capacità, emozioni e insegnamenti che il mare, la navigazione e la vita su una barca offrono, aiutando chi è più fragile e in fase di crescita. I responsabili dell’Associazione sono i fratelli Luisafrancesca e Andrea Proto, casualmente nati a La Spezia, figli di un Ufficiale di Marina che li ha cresciuti navigando a vela in ogni momento libero durante l’anno, trasmettendo loro passione, competenza e cultura marinara, ma soprattutto un onorevole spirito di solidarietà.

allegra con brio

Andrea, poi, fa di tutto ciò la sua professione: skipper, istruttore FIV, e nella sua esperienza pluridecennale di navigazione a livello professionale annovera 2 giri del mondo in regata, navigazioni sia sportive che educative, ed è il formatore dei collaboratori velici dell’associazione stessa. Luisafrancesca è Presidente dell’associazione che ha sede a Ischia ed è coordinatore responsabile dei progetti, skipper con qualifica di “operatore velico sociale”, membro del Consiglio Direttivo di Unione italiana Vela Solidale, ed ha avviato le attività con il contributo fattivo del fratello nella supervisione e realizzazione dei progetti dal punto di vista velico. Tutto ciò con una scrupolosa linea pedagogica: il Dipartimento di Scienze dell’Educazione della LUMSA, che ha realizzato il primo corso di “Navigazione e Formazione Umana”, dà la consulenza pedagogica e il monitoraggio dei percorsi educativi.

allegra con brio

Ma ora vi raccontiamo un po’ di storia di questa barca: Allegra è un ketch di legno di 13 metri, costruito dai cantieri Palomba di Torre del Greco nel 1977. Immatricolata a Ischia, viene acquistata dal dottor Nicola Capano nel 2001 che assieme al figlio Vittorio naviga fino al 2009, anno in cui – causa il decesso dell’Armatore – viene posta in secca negli spazi dei cantieri Gagliotta, aspettando sotto le intemperie di tornare in mare. La famiglia Capano, grazie al dottor Renato Martucci, Amministratore Delegato dei Cantieri Gagliotta, sceglie l’associazione “Un Ponte nel Vento” per dare alla barca del congiunto una nuova vita di navigazioni “solidali”.

allegra con brio

Qui ha inizio la sfida: i danni del tempo risultano evidenti, ma la sua struttura solida la rende ancora perfettamente recuperabile: si contatta l’“Antico Cantiere del Legno di Nino Aprea”, eccellenza nel settore del restauro delle barche d’epoca, che con la sua proverbiale passione abbraccia il progetto, offrendo un restauro a costi contenuti. “Un Ponte nel Vento” dà inizio ad una campagna di raccolta fondi destinata al suo restauro, la strada non è facile, ma v’è un aforisma marinaresco che ben si addice al caso: “il mare e le onde sono sempre a favore dei marinai più abili”…

un ponte nel vento logo

Quando tornerà in mare Allegra “con brio” sarà casa, aula, scuola, per tanti giovani che devono crescere trovando la propria rotta, per tante persone che il disagio mentale e psichico confina in condizioni di isolamento e solitudine. Questa avventura sarà l’avverarsi d’un sogno grazie a persone come Luisafrancesca e Andrea, che hanno ereditato il modo di vivere “con gli occhi ed il cuore aperti” e Allegra, quando sarà di nuovo in mare, costituirà la testimonianza concreta di come ogni persona è membro di un unico grande equipaggio: l’umanità.