venerdì, 21 Gen, 2022 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Annunciata l’apertura del Parco dell’ex Gasometro al Vomero

0

Sul numero de L’Espresso Napoletano di Aprile vi abbiamo raccontato alcuni dei più bei parchi e aree verdi della città che, in questi mesi di clausura forzata, hanno costituito una vera boccata d’aria per i cittadini. È di questi giorni l’annuncio di una notizia che potrebbe allungarne la lista: parliamo del Parco dell’ex Gasometro, un’area di oltre 14 mila metri quadri nella collina che va da viale Raffaello, salita Cacciottoli e via Bonito al Vomero.

Il Parco Urbano o Parco Agricolo, come è stato definito più volte, nasce dalla ristrutturazione dell’area dell’ex gasometro di Viale Raffaello prevista da un progetto risalente a circa venti anni fa. Pochi giorni fa c’è stato un sopralluogo e la previsione è di completare tutti i lavori entro la fine dell’estate e dare ai cittadini un nuovo parco pubblico. Il progetto del parco dell’ex gasometro di viale Raffaello doveva fare da volano di sviluppo per una zona che, negli ultimi anni, ha subito una notevole depressione dal punto di vista del degrado urbano. Nonostante sia stato più volte annunciato come in dirittura d’arrivo, tradiscussioni, attese burocratiche, rimandi, fino ad ora è risultato inesorabilmente e tristemente fermo. Un vero peccato perché il parco in questione, come per esempio il non lontano Parco Viviani, rappresenterebbe una preziosa possibilità per gli abitanti del Vomero di usufruire di un’enorme area in una delle strade panoramiche più belle della città. Il Parco fornirebbe inoltre la possibilità di creare un orto urbano per avvicinare i giovani e i giovanissimi alla natura, mettere in atto la ri funzionalizzazione di un’antica palazzina da destinare a cineforum e a luogo di cultura per tutto il quartiere. In questi mesi, sono proseguiti i lavori – tuttora in corso – di messa in sicurezza dell’intera area con specifici interventi di ingegneria naturalistica, effettuati utilizzando materiali tutti naturali, ma anche la cura e il miglioramento del paesaggio arboreo esistente. Il Gasometro, che si trova in questa zona, non sarà eliminato, ma al contrario rimarrà nel Parco Urbano come testimonianza di archeologia industriale. Si è provveduto poi all’installazione di dispositivi per l’illuminazione ecosostenibili, oltre alla cura di tutta la flora presente nell’area. Il Parco conterrà oltre mille esemplari di diverse piante autoctone che sono una testimonianza di una storica collina verde del Vomero. Sperando che gli annunci si concretizzino, attendiamo l’apertura imminente di questo nuovo polmone verde per la zona collinare della città.

Francesca Saturnino è nata a Napoli nel 1987. Critica teatrale, insegnante e giornalista. Collabora con riviste e giornali nazionali e locali. La sua passione, tra le altre, è scovare storie, mestieri e personaggi di una Napoli antica e desueta e raccontarli per mantenerne viva la memoria.