sabato, 26 Set, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Apre a Napoli il primo Book and Bed d’Italia

0

Napoli in questo periodo sta cambiando. È indubbio che i flussi turistici degli ultimi mesi – anche se questa tendenza di turismo che non si arresta si registra ormai da qualche anno – hanno reso la città un luogo in continua trasformazione, sempre più attento a tendenze nazionali, europee e qualche volta anche mondiali. È il caso della recentissima apertura di una libreria Mondadori, inaugurata da meno di un mese in via Luca Giordano al posto della storica sede della pasticceria Bellavia. Ma non si tratta di una libreria “normale”.

book & bed

Sulla scia della tendenza giapponese della libreria-hotel, Mondadori ha inaugurato il primo Book and Bed d’Italia, un posto ibrido, un po’ albergo, un po’ libreria e biblioteca. Gli amanti dei libri e della lettura vi troveranno un luogo in cui poter leggere, rilassarsi e, se lo si desidera, anche dormire. Oltre ai libri da consultare, la libreria prevede anche cuccette in cui riposarsi al secondo piano dello store, nato dopo il successo della prima sede di Mondadori in piazza Vanvitelli.

books & bed mondadori

Il primo modello di “book and bed” – una sorta di è stato inventato a Tokyo nel 2016 e contiene circa tremila libri in inglese e giapponese a disposizione dei clienti che possono scegliere la lettura preferita e portarla con sé nella propria capsula dove trascorrere la notte. Il Book and Bed è simile ad un ostello, con trenta posti letto e un bar. Seguì poi Kyoto con il suo “book and bed”. La tendenza dell’hotel-libreria ha conquistato anche la Svizzera con il “Zurigo B2 Boutique Hotel + Spa” dove gli ospiti possono consultare oltre 33.000 libri, la Francia con “Paris Butik”, una suite nel Marais dove gli ospiti sono circondati da oltre quattromila volumi da leggere.

books & bed mondadori

A Napoli, al momento, è funzionante solo la libreria al primo piano del nuovo Mooks Mondadori ma presto saranno disponibili le prenotazioni per il suo Book and Bed. Al di là della particolarità e del servizio inusuale e originale – c’è poi da vedere se non è molto più comodo il letto di casa al posto di una cuccetta – va registrato un dato: il ritorno dei libri al Vomero. Dopo un periodo di quasi completa sparizione di librerie e punti di acquisto di libri, ricordiamo le storiche librerie Guida e Loffredo, Fnac che era comunque un punto di riferimento, la zona si riconferma essere un luogo di amanti e consumatori di libri.

Francesca Saturnino è nata a Napoli nel 1987. Critica teatrale, insegnante e giornalista. Collabora con riviste e giornali nazionali e locali. La sua passione, tra le altre, è scovare storie, mestieri e personaggi di una Napoli antica e desueta e raccontarli per mantenerne viva la memoria.