mercoledì, 21 Ott, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Art Discount in estrema sintesi presso la galleria Sarajevo Supermarket

0

 

Presso la Galleria Sarajevo Supermarket (inedito cantiere/laboratorio aperto/ permanent work in progress)   sabato 26 marzo è di scena Art Discount in estrema sintesi, una collettiva di artisti che esporranno le loro opere – sculture, disegni, dipinti, installazioni – a formare una sorta di collezione permanente sul concetto di art-discount (merce scontata, la merce più richiesta in tempo di crisi). Art Discount è un’idea nata nel 1991, quando con prima guerra del golfo era evidente che lo scenario politico internazionale andava radicalmente e rapidamente mutando e che, di conseguenza, un nuovo orizzonte di senso si approssimava.

La collezione si propone di costruire un “circolo virtuoso che funga da crocevia di flussi, prospettive e discipline differenti. Tanto più urgente visto che in questi anni la cultura è stata sempre più relegata in territori di nicchia, con scarsissimo impatto nel mondo reale, mentre al grande pubblico viene dato in pasto soltanto un ipnotico ed inebetente intrattenimento di pessima qualità”. Una scommessa con cui Sarajevo Supermarket rivendica il valore delle arti e delle culture per la vita, assieme ad un’aspirazione di indipendenza intellettuale che trova la sua perfetta corrispondenza nelle continue trasformazioni della galleria.

In occasione dell’evento Art Discount in estrema sintesi, ci sarà anche la possibilità di visionare alcuni frame di The lipstick cycle (2014) e Tinker, Tailor, Soldier, Sailor (2012) di Giulia Giannola, i cui video sono stati presentati in galleria sabato 18 marzo scorso. Artista napoletana, classe 1985, la Giannola trae vocazione da situazioni vita collettiva o personale. La sua ricerca analizza, infatti, temi quali tempo umano, tempo produttivo, i ritmi collettivi, la ripetitività dell’azione come mezzo di scansione temporale.

Nei suoi lavori, fattori come durata e ritmo vengono messi in discussione, trasformati e dilatati: “Traggo ispirazione”, afferma, “dall’osservazione delle persone in situazioni quotidiane di vita collettiva o personale. Nelle mie performance e video cerco di creare coreografie, situazioni inscenate o interventi in spazi pubblici che reinterpretano queste situazioni modificandole leggermente, mostrando scenari irreali o suggerendo realtà alternative”. Alla galleria Sarajevo Supermarket, dunque, eventi che parlano di società globalizzata, soggiogata dalle dinamiche tipiche della sfera produttiva, e lotta artistica contro le trappole di ingranaggi alienanti che abbattono ogni forma di individualismo.

 

 

 

INFO

Art Discount

da sabato 25 marzo h 18.00-23.30,

per la formazione di una collettiva permanente.

Sarajevo Supermarket home studio
via Matteo Ripa, 7 – Napoli
info: 328.96.77.340 – 347.47.35.564

Storica d’arte, curatrice, giornalista pubblicista, Loredana Troise è laureata con lode in Lettere Moderne, in Scienze dell’Educazione e in Conservazione dei Beni Culturali. Ha collaborato con Istituzioni quali la Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici di Napoli, l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa e l’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. A lei è riferito il Dipartimento Arti Visive e la sezione didattica della Fondazione Morra di Napoli (Museo Nitsch / Casa Morra / Associazione Shimamoto / Vigna San Martino), e figura nel Dipartimento di Ricerca del Museo MADRE. È docente di italiano e latino e collabora presso la cattedra di St. dell'Arte contemporanea all'Accademia di BB.AA. di Napoli. Ha pubblicato cataloghi (Rogiosi editore) e contributi/saggi su libri e riviste per importanti case editrici.