Cilento Rosato DOC

La zona di produzione del Cilento DOC interessa tutto o in parte il territorio collinare di cinquantaquattro comuni di una vasta area in provincia di Salerno. La zona è sede dello splendido Parco del Cilento , una zona dove viti e ulivi coronano un paesaggio fatto di colline, fiumi e incantevoli spiagge.
Vi si producono vini ricchi di storia, presenti già nel XV secolo alla mensa di papa Paolo II per il quale non vi era “pari bevanda la sera a tutto pasto”. La DOC Cilento comprende le tipologie Rosso, Rosato, Bianco e Aglianico.
Il Cilento Rosato DOC è ottenuto da uve dei vitigni Sangiovese (70-80%), Aglianico (10-15%), Primitivo o Piedirosso (10-15%), eventualmente completati con l’aggiunta di altri vitigni autorizzati (massimo 10%).

Il vitigno Sangiovese ha origini incerte anche se rappresenta uno dei vitigni più caratterizzanti e diffusi d’Italia. L’Aglianico tradisce le origini greche nel suo nome che rimanda al termine “Ellenico”. Il Primitivo pare abbia origini dalmate ed è lo stesso vitigno che viene coltivato in California con il nome di Zinfandel. Il Piedirosso, detto anche Per’e Palummo, rimanda invece al colore e alla forma dei raspi del grappolo che paiono ricordare le zampe di un piccione.

TEMPERATURA DI SERVIZIO:12-14 °C
ORIGINE:Italia
Tutti i vini rosati: Campania

ABBINAMENTI:
gnocchi alla sorrentina, trippa alla napoletana, minestroni e lasagne, provola affumicata, provolone del monaco, pasta alla sorrentina.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE