Dalla Napoli di Keith Haring ai giorni nostri, una mostra al Pan

Napoli negli anni ’80 era come New York: mezzo mondo è passato di qui, da Andy Warhol a Keith Haring. Ma la pop art e la street art hanno continuato a svilupparsi anche dopo, fino al nostro presente, tanto che Napoli oggi è una delle mete più ambite per gli amanti della street. Su questo filo rosso che collega gli ’80 al contemporaneo è incentrata “Dalla Napoli di Keith Haring ai giorni nostri”

La mostra sarà inaugurata il 2 dicembre ore 18 al Pan e nasce dall’intuizione dal curatore Andrea Ingenito dopo aver visionato gli

scatti fotografici inediti del fotografo Luciano Ferrara, particolarmente attivo in quegli anni. La mostra è animata da suoni (due video), colori parte dal periodo napoletano di Keith Haring e dell’evoluzione del fenomeno della street art e della cultura pop. Oltre 100 le opere esposte complessivamente: dai lavori degli anni ’80 di Keith Haring (tra cui il celebre Randi 88 – inchiostro sumi su carta) , la serie completa White Icons, il Radiant Baby, una cartolina/invito interamente scritta e disegnata a mano da Haring, le litografie in bianco e nero realizzate per il catalogo della mostra da Lucio Amelio provenienti da importanti collezioni private. I lavori saranno intervallati da una sala completamente dedicata agli scatti inediti di Luciano Ferrara che in quegli anni ha saputo ben cogliere il fermento artistico di una città divenuta vera e propria “capitale dell’arte”: la Napoli del City Hall (storico

locale notturno), della Trattoria dell’Oca, della pizzeria Dante e Beatrice, luoghi attivi della vita culturale napoletana e teatro d’incontro di artisti del calibro di Andy Warhol e Joseph Beuys, grazie al celebre gallerista napoletano Lucio Amelio. Un itinerario, che prosegue con due artisti figli di quell’epoca straordinaria: Roxy in the Box, partenopea doc, artista pop eclettica, tra le più esposte e richieste, che da anni racconta e osserva la città con progetti che ne documentano la storia, l’identità, con le sue icone sacro profane, i suoi eroi e soprattutto le sue eroine, Santi e Sante protettrici in formato maxi e istallazioni site specific in gallerie, musei o per strada. Il racconto della mostra si concluderà con i lavori dello street artist nap

oletano Trallallà aka Alfonso de Angelis che, con i suoi stencil della famosa “Sirena Ciaciona” che tappezzano i muri del centro antico di Napoli, riprende e trasla l’immagine della figura femminile tradizionale della Sirena Partenope in un’irresistibile pin up oversize che scavalca forme e generi. A finire, fuori progetto, una delle più rappresentative opere di Banksy, “Choose Your Weapon”, in cui l’immagine dell’iconico ‘Barking Dog’ al guinzaglio di Haring è riproposta e rielaborata dal celebre artista inglese. La mostra è stata organizzata da Arcadia, con il patrocinio del Comune di Napoli, dell’Assessorato alla Cultura di Napoli e PAN Palazzo delle Arti di Napoli, sponsorizzata da Grimaldi Lines, Andrea Ingenito Contemporary Art, in collaborazione con London, Real Fabbrica di Capodimonte, Media Partner Sii Turista Della Tua Città e con il contributo tecnico di Ribiciclo, Consulbrokers, Materie&Superfici, Home Mobili e Immobili. Correte al Pan, gli ‘80’s vi aspettano.

Haring a Napoli Galleria Amelio 1983

Info 
Keith Haring \ Roxy in the box \ Luciano Ferrara \ Trallallà dal 2 dicembre 2021 al 28 febbraio 2022
a cura di Andrea Ingenito
vernissage su invito 2 dicembre 2021, h. 18.00 

Orari di apertura: Tutti giorni dalle 10.00 alle 19.00 (ultimo ingresso ore 18.30)
Luogo: PAN – Palazzo delle Arti Napoli
Indirizzo: Napoli, via dei Mille 60 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE