giovedì, 09 Lug, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Disagio minorile, un dialogo tra adolescenti e adulti al Maschio Angioino

0

Lunedì 21 gennaio dalle 9 alle 13,  presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino, si terrà il convegno “Disagio minorile: un dialogo tra adulti e adolescenti”, organizzato dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Napoli. 

disagio minorile

L’evento, dedicato al disagio minorile, nasce con l’intento di recuperare il concetto di dialogo con e per i giovani, come spiega l’Assessore Roberta Gaeta “Un’idea nata per dare una risposta forte e coerente ai fatti di cronaca che si sono susseguiti nelle scorse settimane e che hanno visto come protagonisti gli adolescenti, ripresi e fotografati dopo aver fatto uso di droghe leggere e alcol in serate “brave”.

“Un’idea – continua- che nasce da una considerazione: bisogna parlare con i più giovani, comprendere il perchè delle loro scelte, ascoltarne i bisogni, trovare con loro un terreno di confronto e di dialogo”.

Oltre alle associazioni genitoriali EMA – Pesciolino Rosso e #31SalvaTutti che spiegheranno i loro percorsi e illustreranno le loro proposte, a prendere la parola saranno i ragazzi che partecipano ai Progetti Adolescenti promossi proprio dall’Assessorato alle Politiche Sociali dell’amministrazione cittadina.

“La giornata di lunedì aprirà, in continuità con le attività che già svolgiamo sul territorio, un momento di confronto per dar loro la parola, lasciarli esprimere e raccontare il modo in cui vivono, i sogni, le speranze, le aspettative” – conclude la Gaeta –  “sono fermamente convinta che ascoltare i bisogni dei diretti interessati, ossia gli adolescenti, e renderli protagonisti e attori del loro tempo, della loro vita, dei loro momenti di svago, dei laboratori a loro disposizione – come stiamo facendo da tre anni con i Progetti Adolescenti – sia una risposta concreta e tangibile alle loro necessità”.

Letterata per formazione. Giornalista per vocazione. Scrivo di teatro perché è magia e immaginazione, rimedio e cura. Perché quello che accade dietro il sipario mi sembra più vero di quello che c'è fuori.