domenica, 05 Lug, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Napoli celebra il grande Gianni Rodari, con uno spettacolo al Sancarluccio

0

In occasione del centenario del grande scrittore, dal 27 febbraio fino al 1 marzo al teatro Sancarluccio è di scena “Gianni Rodari, un’intuizione fantastica”. Lo spettacolo è prodotto da InScena Nuovo Teatro Sancarluccio e La Falegnameria dell’Attore, in partnership con Leggimi Forte, ed è scritto e diretto da Luca Pizzurro, con Franco Oppini e Gigliola de Feo, e con Maria Teresa Iannone e Matteo Lanzara.

“Siamo dinanzi ad un personaggio enorme, ma di tale umanità ed ironia che ho sentito molto vicino – ha spiegato Franco Oppini, che interpreta Rodari -. Tornava indietro nella memoria per poter parlare al bambino divenuto con lui soggetto e non più semplice oggetto di insegnamento. La sua storia mi ha suscitato i ricordi della mia famiglia e proveremo a restituire queste emozioni al pubblico”.

Gigliola de Feo

Le produttrici dello spettacolo, Gigliola De Feo e Giuliana Tabacchini, hanno spiegato le ragioni della produzione: “Abbiamo deciso di produrre questo spettacolo non solo perché il 2020 può definirsi a ragion veduta ‘anno Rodariano’, ma anche perché sentiamo come sia attuale la visione rivoluzionaria dello scrittore di Omegna. Ripercorreremo la vita di Rodari con un salto temporale, provando a coinvolgere lo spettatore nel contesto sociale degli anni ’60 e ’70 testimoniando come sia ancora necessario difendere i principi di libertà e giustizia sociale”. Il regista e autore Luca Pizzurro ha sottolineato che “parlare di Gianni Rodari richiede l’immersione in un luogo fantastico in cui convivono l’uno accanto all’altro, come due teneri amanti, il ricordo dolce del passato e lo sguardo attento e rivoluzionario sul futuro”. 

L’Espresso napoletano è una rivista di arte e cultura che racconta il bello e il buono della Campania. Nella sua versione cartacea, in edicola ogni mese, si ritrova una particolare attenzione alle tradizioni del popolo partenopeo, nel tentativo di contribuire alla loro salvaguardia e valorizzazione. Per chiedere l'abbonamento alla rivista: info@rogiosi.it 0815564086