Giornata Mondiale del Barman al Gambrinus

Gambrinus
Gambrinus

Giornata Mondiale del Barman: al Gambrinus dimostrazioni e storia dei drink più famosi, poi la presentazione di un nuovo cocktail. 

Si celebrerà così – al Gran Caffè Gambrinus, venerdì 24 febbraio – la Giornata mondiale del Barman istituita dall’IBA come tributo per supportare e promuovere i barman di tutto il mondo. Dai cocktail nei grandi alberghi alla storia dei drink più diffusi in Italia fino all’evoluzione della mixology con influenze straniere, soprattutto statunitensi e un tocco di “esotico”, lasciandosi trasportare dall’atmosfera di Paesi orientali. Un percorso a tappe, attraverso sei postazioni con altrettanti bartender, farà rivivere al Gran Caffè Gambrinus la nascita e lo sviluppo dei cocktail.

L’evento

E proprio domani, venerdì 24 febbraio dalle ore 18 alle ore 21 nel salone del Gran Caffè Gambrinus in collaborazione con l’Aibes, Associazione Italiana Barmen e sostenitori si terrà un open day per festeggiare i professionisti napoletani e italiani del cocktail. Un pomeriggio pensato non solo come momento di degustazione ma anche come culturale per approfondire meglio storia e aneddoti legati ai drink più amati e le loro epoche storiche. Si rivivrà l’esperienza della miscelazione toccando dei capisaldi nella storia della mixology (dal proibizionismo anni ’20 alla Cuba degli anni ’60, dalla Milano da bere anni ’80 ai giorni nostri con la miscelazione al tempo dei social, senza dimenticare un approfondimento sulla città di Napoli). I protagonisti saranno i Barmen Aibes e IBA con i rispettivi presidenti Angelo Donnaloia e Giorgio Fadda rappresentati in Campania dal fiduciario Luigi Gargiulo.

Le postazioni

Ogni barman racconterà una epoca storica importante del bere miscelato e proporrà i cocktail più iconici di quel periodo.

I BARMEN DEL GAMBRINUS

GLI ANNI ’80 e ‘90 – Domenico Lucarelli farà rivivere gli anni ruggenti con Cosmopolitan e Sex on the Beach. Domenico Natale presenterà il nuovo cocktail ideato per la giornata celebrativa dai sapori tipicamente partenopei e Francesco Oliviero mostrerà come utilizzare la Coca Cola nei drink. In particolare saranno preparati: Long Island Ice Tea, Cuba Libre e Whiskey e Coca.

IL COCKTAIL ITALIANO – Gianni Anselmo, head bartender, autore di diversi libri di testo nel mondo del bartending, vi accompagnerà in una degustazione del più iconico dei cocktails italiani, il Negroni e il suo pro-genitore Americano.

LA TIKI ERA – Fabio Pinto consigliere e tesoriere nazionale, viaggerà nei magici mondi polinesiani cavalcando l’era Tiki, e i suoi 2 grandi drink, Mai Tai e Zombie.

I GRANDI ALBERGHI – Mariano Chirico, interprete della più alta immagine del bartender, quella che ha caratterizzato la miscelazione dei grandi alberghi Napoletani, viaggerà in quello che ormai è diventato l’aperitivo Italiano, lo spritz, ma con un occhio alla Città, nella versione limoncello.

MISCELAZIONE CUBANA ANNI 20/30 – Salvatore Mortella, head bartender, esperto in birra e Rum, vi trasferirà ai caraibi con la miscelazione cubana del proibizionismo degli anni 20. e Daiquiri e Mary Pickford saranno i suoi iconic drinks.

LA GOLDEN AGE U.S.A. – Amedeo Saide, head bartender e perfomer del working flair, interpreta la golden age della miscelazione americana con clover club e Whiskey sour

LA NEW ERA, MISCELAZIONE MODERNA – Luigi Sgaglione TOP ONE flair bartender e consigliere nazionale AIBES, con le sue moderne tecniche di miscelazione non potrà far altro che trasportarvi nella era moderna della miscelazione, la new era con New York Sour e Ve.n.to.

A proposito del Gambrinus… conoscevi la storia del suo fantasma? No? Scoprila qui.

[adrotate group=”6″]

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE