venerdì, 17 Set, 2021 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Giornata Mondiale della Lingua e della Cultura Greca: Napoli non dimentica ed è in prima linea

0

Napoli non ha mai dimenticato le sue origini. Ci chiamiamo ancora partenopei, così come all’inizio della nostra storia che ci ha visto coloni nel VII secolo a.C. della neonata Partenope. Ed è anche per questo che nel 2014 Napoli si è mostrata ideatrice e promotrice per l’istituzione della Giornata Mondiale della Lingua e della Cultura Greca.

ΕΛΛΗΝΙΚΗ ΠΑΛΙΓΓΕΝΕΣΙΑ

È il tema per questa edizione e in greco significa “risorgimento greco”. L’iniziativa ha raggiunto quest’anno la sesta edizione, grazie anche al sostegno del Comune di Napoli, dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo e con il patrocinio del Sindaco e con gli studenti e docenti dei licei classici e con la Comunità Ellenica. Voluta infatti dal professor Ioannis Korinthios, è nel 2017 che il Governo Ellenico ha promulgato (e istituito) la Giornata Mondiale della Lingua Greca, prima con un decreto firmato dai Ministri degli Interni, degli Esteri e della Pubblica Istruzione e poi votato all’unanimità dal Parlamento Ellenico.

Si celebrerà il 9 febbraio e anche questa data non è un caso, visto che è un omaggio al poeta Dionysios Solomos, di cui le prime strofe del suo poema Inno alla Libertà costituiscono il testo dell’Inno Nazionale Ellenico. In tale data, a partire dalle ore 11:40 ci sarà l’incontro (in streaming sulla piattaforma Vimeo, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube; tutte nominate Giornata Mondiale della Lingua e della Cultura Greca) dal titolo “Una lingua per conversare. Una lingua per pensare”.

L’incontro

Sono tantissime le personalità che interverranno all’incontro per la celebrazione di questo particolare evento che, anche con la pandemia, si unisce a tutte le altre manifestazioni che hanno deciso di non fermarsi ed anzi, di rinnovarsi in una veste del tutto nuova. Oltre che alla presenza del sindaco di Napoli Luigi de Magistris e del direttore del MANN Paolo Giulierini, ci saranno i saluti istituzionali che comprenderanno, tra gli altri, l’Ambasciatore di Grecia a Roma Theodore M. Passa, il Segretario Generale della Diplomazia Pubblica e della Diaspora Greca John Chrysoulakis e Augusta Celada, Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia.

Non mancheranno gli interventi, tra cui quello di Giuseppe Cederna, attore e interprete del film “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores e di Cristina Pietropoulou dall’Università di Atene/Panteion. Infine, ci sarà una particolare Maratona ad opera dei tanti licei classici e dalla scuola della Comunità Ellenica, che prenderanno così parte alla Giornata Mondiale della Lingua e della Cultura Greca.

Appuntamento al 15 marzo

L’iniziativa non si esaurirà il 9 febbraio, ma proseguirà il suo legame con la nostra città il 15 marzo in cui si inaugurerà a Napoli, ad Atene e a Nicosia un virtual tour nell’Archivio di Stato di Napoli, una mostra parallela su Napoli e il Risorgimento Greco che ha visto la luce grazie a una collaborazione con gli Archivi Generali della Grecia.

Un evento ricco e articolato che mostra un contatto millenario tra Napoli e la Grecia e che coinvolge, in questo caso, in sinergia l’Italia, la Grecia e Cipro.