Giuliana De Sio e il suo “Notturno di donna con ospiti”

Giuliana De Sio, bella e affascinante, attrice e donna coinvolgente. Sono bastati dieci minuti al telefono per entrare nella sua bolla di sapone, che attrae immancabilmente gli spettatori della TV, del CINEMA, e del TEATRO. Proprio in merito al TEATRO, allo spettacolo che porterà in giro per l’Italia nell’ imminente stagione teatrale 2014-2015, le abbiamo rivolto qualche domanda.

giuliana de sio

Su quale testo punta il suo debutto nella prossima stagione teatrale?
Il testo è “Notturno di donna con ospiti” di Annibale Ruccello. Passeremo per Napoli dal 31 Ottobre al 9 Novembre, dove saremo in scena al Teatro Bellini. Poi saremo a Roma subito dopo, al Teatro Sala Umberto e poi ancora, in giro per l’Italia.

Come è avvenuto l’incontro con questo testo?
Beh, l’incontro con la scrittura di Annibale Ruccello è stato il più bello della mia vita. In svariati anni ne facemmo circa seicento repliche. Io lo definirei uno spettacolo di culto… E devo dire che c’è stato anche un gran rispetto della comunità dello spettacolo, nel senso che non è stato più riproposto da nessuno, nonostante abbia avuto successo e sia molto apprezzato. Diciamo che dalla prossima stagione prenderà vita una “riedizione” del testo.

giuliana de sio

Quali saranno le novità?
Innanzitutto il cast! Ci saranno: Gino Curcione, Rosaria De Cicco, Andrea Devenuti, Mimmo Esposito e Luigi Iacuzio. La regia è sempre di Enrico Maria Lamanna; i costumi di Teresa Acone… e poi io ho qualche anno in più! Mi cimento in quest’avventura molto volentieri. Sono certa che sarà una grande emozione. Mi sto già rapportando alla forza fisica che il mio personaggio, Adriana Imparato, mi richiede.

Negli ultimi anni è stata protagonista indiscussa di svariate fiction. Che sensazione prova nel ritornare al teatro?
Sono felice di ritornarvi con questo testo. E’ una storia bellissima. In questo spettacolo io riesco, come attrice, a ritrovare anche le mie origini napoletane, oltre che a mettermi in discussione per altri aspetti del personaggio. Per diverso tempo mi è stato possibile conciliare la macchina da presa con il palcoscenico, ma il teatro non l’ho mai abbandonato, anche se in televisione ho incontrato personaggi che mi stanno molto simpatici.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE