venerdì, 22 Gen, 2021 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Dopo Bruxelles gli scatti di Mimmo Jodice in mostra a Matera

0

Dopo due mesi di esposizione all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles la Mostra “Le Savoir sur la Falaise” di Mimmo Jodice approda a Matera, nella Capitale europea della Cultura 2019.
Musei, chiese, giardini, biblioteche e collezioni di sete, di spartiti musicali, di porcellane e di stampe. Ci sono dei veri e propri gioielli del patrimonio storico artistico napoletano nell’esposizione di Mimmo Jodice, che illustra i luoghi e le storie dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, la più antica libera Università italiana.

mimmo jodice

La Mostra “Le Savoir sur la Falaise” è stata inaugurata il 18 febbraio nelle sale espositive del Museo di Palazzo Lanfranchi a Matera con gli interventi di Marta Ragozzino, direttrice del Polo Museale della Basilicata, Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa e Vicepresidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, Salvatore Adduce, direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019 e Pierluigi Lene de Castris, direttore della Scuola di Specializzazione in Beni storici artistici dell’Università Suor Orsola Benincasa.

matera

I 35 scatti fotografici che compongono la mostra saranno esposti a Palazzo Lanfranchi fino al prossimo 17 marzo 2019, nei consueti orari di apertura al pubblico del Museo (da lunedì a domenica dalle 9.00 alle 20.00 ed il mercoledì dalle 11.00 alle 20.00).
L’esposizione è stata resa possibile dalla sinergia instauratasi tra il Polo Museale della Basilicata e l’Università Suor Orsola Benincasa, in occasione dell’organizzazione della mostra “Il Rinascimento visto da Sud. Matera, L’Italia Meridionale e il Mediterraneo tra ‘400 e ‘500”, che sarà inaugurata il prossimo 18 Aprile nell’ambito dei grandi eventi di Matera – Basilicata 2019. 

mimmo jodice

“Le Savoir sur la Falaise”, divenuto il titolo della mostra di Mimmo Jodice, è la frase con cui lo storico dell’arte André Chastel paragonò i luoghi dell’antica cittadella monastica di Suor Orsola a “un nido di fiori e di uccelli sopra una scogliera luminosa dedita al sapere” ed è il titolo del volume che racconta, attraverso le immagini realizzate da un Maestro della fotografia come Mimmo Jodice e i contributi di autorevoli studiosi (da Marino Niola a Gae Aulenti, da Piero e Benedetta Craveri a Cesare De Seta, da Elena Croce a Pier Luigi Rovito), i cinque secoli dei luoghi e delle storie dell’antica cittadella monastica di Suor Orsola, uno dei grandi patrimoni artistici, paesaggistici e culturali della città di Napoli.

napoli dal suor orsola

Luoghi incastonati tra le pendici del colle Sant’Elmo ed il Golfo di Napoli, che rappresentano un pezzo importante del patrimonio artistico, culturale e paesaggistico partenopeo e non solo. La cittadella di Suor Orsola, oggi moderno campus universitario in procinto di diventare “Patrimonio dell’Umanità” certificato dall’UNESCO, ospita al suo interno quattro musei (il Museo delle Scienze, il Museo Pagliara, il Museo dell’Opera Universitaria e il Museo del Giocattolo), tre chiese, numerosi giardini (tra cui lo splendidoGiardino botanico dei Cinque Continenti) una pinacoteca, biblioteche antiquarie, archivi storici, collezioni di sete, di spartiti musicali, di porcellane e di stampe.

Letterata per formazione. Giornalista per vocazione. Scrivo di teatro perché è magia e immaginazione, rimedio e cura. Perché quello che accade dietro il sipario mi sembra più vero di quello che c'è fuori.