venerdì, 14 Mag, 2021 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Il Vomero diventa green grazie all’iniziativa di un imprenditore campano

0

“Operazione città green”: è il nome dato all’iniziativa dell’imprenditore Salvio Bruognolo che ha donato e fatto installare in vari punti del Vomero oltre 200 cestini per raccogliere carte e rifiuti e tantissime rastrelliere per le biciclette, opportunamente collocate nei pressi delle tre funicolari di Napoli in perfetta armonia con il contesto urbano.

Ma non è tutto: Bruognolo ha anche “adottato” lo spazio verde in piazza Quattro Giornate, un luogo che rappresenta anche un pezzo della storia di Napoli in quanto fu teatro di duri scontri a fuoco durante le Quattro giornate di Napoli. L’imprenditore ha disposto l’invio ogni mese di un team di giardinieri per la cura dei prati a ridosso dello Stadio Collana.

Un intervento necessario

Un’iniziativa generosa e quantomai necessaria, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, per l’ambiente e il verde cittadino e, per fortuna, imprenditori, aziende sostenibili e cittadini, hanno cominciato a prendersi letteralmente cura di Napoli. Gli ultimi dati sull’inquinamento presentanti da Legambiente, infatti, sono sconfortanti ed è emerso come le città campane stiano scontando il mancato rispetto negli anni del limite suggerito per il Pm2,5 e in molti casi anche per il Pm10. E a quanto pare, proprio la città di Napoli ha puntualmente oltrepassato i limiti previsti dall’OMS per le polveri sottili.

L’imprenditore

Salvio Bruognolo è un imprenditore nel settore della carrozzeria in Campania, ed ha trasformato la sua azienda in una direzione ecologica, puntando al benessere dell’ambiente e delle persone. Brugnolo ha fornito ai suoi dipendenti un orto a Km zero ed ha anche investito nel suo quartiere donando gli introvabili cestini, i portabiciclette e la cura del verde.

La sua è un’azienda sostenibile in cui c’è grande attenzione all’ecologia, un’impresa virtuosa, che rispetta l’ambiente. Una scelta non dettata dal marketing ma da radicate convinzioni personali che lo hanno portato a trasformare l’azienda a diventare un vero multiservice green, con numerosi investimenti messi in campo per essere sempre più sostenibile. 

Nella grande sede di Mugnano sui tetti spicca un impianto fotovoltaico e poi macchine ibride anche per i veicoli di cortesia dei clienti, controllo dei rifiuti e delle acque e tantissimi altri sofisticati interventi per salvaguardare l’aspetto ecologico. E poi una grande area verde di oltre 5mila metri quadrati e a disposizione dei dipendenti è stato realizzato un orto dove coltivare verdure a Km zero.