lunedì, 28 Set, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Io resto a casa, con il Teatro Stabile di Napoli

0

Forse uno dei settori più colpiti da quest’emergenza è il comparto dello spettacolo dal vivo, in particolar modo i teatri che, chiusi da marzo, non sanno davvero quando riapriranno. Nel frattempo sul web ognuno si organizza come può, tra dirette, interventi, video. Il Teatro Stabile di Napoli fin da subito si è attivato per una programmazione, aggiornata di settimana in settimana, del Teatro ai tempi del virus. Dopo il direttore dello Stabile Roberto Andò, Emma Dante, Marino Niola, Imma Villa, Carlo Cerciello, Cristina Donadio e Davide Iodice e tanti allievi della scuola dello Stabile, prosegue la galleria di video-interventi del “Diario della quarantena” promosso dallo Stabile con l’hashtag #teatroacasa.

Intorno al tema “Il teatro al tempo del coronavirus”, sul sito del teatro, questa settimana saranno disponibili per il pubblico a casa i seguenti spettacoli.

Giovedì 16 aprile sarà on air la lirica inedita composta da Mimmo Borrelli dal titolo S’hanna care’ ‘i bbarcune. La lirica è declamata in voce dallo stesso Borrelli su musiche eseguite dal compositore Antonio Della Ragione mentre scorrono immagini di grande impatto che rimandano alla tragicità del momento storico che stiamo attraversando.

Sabato 18 aprile il regista Andrea De Rosa interviene sulla situazione attuale del teatro e le sue possibilità di futuro con la riflessione dal titolo Visioni terribili e meravigliose.

Lunedì 20 aprile, Renato Carpentieri attraverserà la poesia di Franco Fortini, Un’altra attesa.

Sul sito dello Stabile sono inoltre disponibili alcuni spettacoli presi dall’archivio delle produzioni realizzate nei diciassette anni di storia dello Stabile di Napoli: Gomorra, di Roberto Saviano e Mario Gelardi con regia di Mario Gelardi; Le sorelle Macaluso di Emma Dante; Nzularchia di Mimmo Borrelli con regia di Carlo Cerciello; Elettra di Hofmannsthal con la regia di Andrea De Rosa; Mal’essere (l’Amleto di Shakespeare nella riscrittura in napoletano dei rapper Gianni ‘O Yank De Lisa (Fuossera), Pasquale Sir Fernandez (Fuossera)Alessandro Joel Caricchia, Paolo Sha One RomanoCiro Op Rot Perrotta, Damiano Capatosta Rossi), con la regia di Davide Iodice. Per gli amanti del teatro, un palliativo mentre si sta a casa, in attesa di tornare il prima possibile a godere del teatro dal vivo, che è tutta un’altra cosa. 

Info: www. teatrostabilenapoli.it; https://www.teatrostabilenapoli.it/teatro-a-casa/

Francesca Saturnino è nata a Napoli nel 1987. Critica teatrale, insegnante e giornalista. Collabora con riviste e giornali nazionali e locali. La sua passione, tra le altre, è scovare storie, mestieri e personaggi di una Napoli antica e desueta e raccontarli per mantenerne viva la memoria.