lunedì, 01 Mar, 2021 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Jeong-Yoen Rhee: al PAN la mostra dell’artista che dipinge senza pennello

0

L’artista coreana Joeng-Yoen Rhee dipinge le sue opere senza pennello utilizzando come unico strumento le sue mani, per mescolare i colori e stenderli con l’indice. Quasi senza colori perché l’artista preferisce prodotti organici rispetto ai classici colori industriali, capaci di conservare nel tempo tonalità altrimenti impensabili con un odore particolare.

RE-Genesis

Queste particolari opere saranno visibili al PAN di Napoli, gratuitamente e con l’ausilio di una prenotazione, con la mostra RE-Genesis\Rinascita dal 20 gennaio al 12 febbraio 2021, dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 18.

Il titolo, come spiegato dalla curatrice della mostra Paola De Ciuceis “Parte dalla considerazione dell’artista che la nuova genesi è il piacere di giungere alla purezza di materia e forma del demiurgo nel momento della nascita dell’oggetto creato per la prima volta. E come il grande artefice impastò la terra con le mani per dar vita al mondo, così l’artista ritiene che il metodo ideale sia quello diretto, senza la mediazione di strumento alcuno”. Con questa considerazione l’artista, oltre che con mani e colori organici, opera anche con tele naturali fatte di carta coreana prodotta a mano dal gelso o con canapa tessuta al telaio.

Natura e Uomo su tela

E così le opere si mostrano nei loro colori e nelle forme in cui l’osservatore finirà per perdersi e provando così un senso di benessere. Frutto dell’arte prodotta da Joeng-Yoen Rhee che, con Re-Genesis, arriva a combinare pratica zen, meditazione e yoga nello sviluppo di riflessioni e opere che nascono dall’osservazione della natura, fino ad arrivare alla relazione che questa ha con l’essere umano.

Vi ricordiamo che per accedere alla mostra bisognerà effettuare una prenotazione sul sito del Comune di Napoli. Ad ogni prenotazione sarà possibile indicare fino a un massimo di quattro visitatori ed ogni turno orario avrà una capienza massima di trenta visitatori. Vi consigliamo quindi caldamente di prenotare quanto prima per non perdervi l’occasione di ammirare da vicino le creazioni di Jeong-Yoen Rhee.