‘La metamorfosi di Nanni’, il libro di Barbara Napolitano tratto dal suo testo teatrale

Tutti vogliono essere felici e tutti noi siamo convinti di avere, dentro di noi, la ricetta per la felicità.

Ne sono convinti anche i personaggi de La Metamorfosi di Nanni, il libro (edito da Guida editori) che raccoglie il testo dell’atto unico teatrale che andrà in scena, per la prima volta al Teatro Bellini, il 28 ottobre 2020. L’autrice Barbara Napolitano, antropologa oltre che scrittrice, è affascinata dall’abitudine contemporanea del dedicare gran parte del proprio tempo a ciò che è possibile mostrare e dimostrare. All’attenzione alle apparenze. La forma fisica a scapito della formazione della persona in quanto individuo. Ma si sa, l’essere umano è incontentabile di natura e quando riesce finalmente a tramutare in realtà ciò che, con gli occhi del sogno, potrebbe renderlo felice, ecco sfumare la bellezza di certe fantasie.

Ci ritroviamo in un ostello, quello di Zia Tita (interpretata da Giorgia Trasselli), in cui si incrociano le vicende del mercante di favole, Nanni (Giovanni Block, nelle inusuali vesti di attore, qui autore anche delle canzoni che accompagnano l’opera), di Ernesto (rappresentante, antagonista di Nanni, interpretato da Lello Arena), e dei clienti del mercante di favole che si rivolgono a lui per avere una vita diversa, in qualche modo migliore. Il volume, accompagnato dalle illustrazioni dell’artista Umberto RGK Bogard, con un linguaggio semplice racconta le abitudini e i comportamenti del medio borghese in un doppio registro che, tra il leggero e il tragico, ci mostra quei pregi, quei difetti, quei desideri che compongono gli uomini nella ricerca della felicità.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE