venerdì, 17 Set, 2021 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

La “perfezione imperfetta” nel nuovo libro di Elvira Frojo

0

Aperta è la vita di ognuno di noi. Non ci sono regole per metterci al riparo dalle incertezze né esiste una vita senza amarezze e delusioni. Anche le situazioni più difficili contribuiscono a determinare ciò che siamo. È la nostra storia, unica. Quella vissuta, in ogni istante, tra continui interrogativi e molteplici risposte.

Il tempo del cuore. Il Galateo delle donne imperfette pubblicato da Edizioni San Paolo è il nuovo libro dell’avvocata e giornalista Elvira Frojo. Non un decalogo ma un percorso che raggiunge il centro del cuore di ogni donna, lì dove si concentrano tutte le emozioni.

Elvira Frojo, in questo suo manuale ricco di citazioni che spaziano dai film alle Sacre Scritture, mette in luce un aspetto molto importante che colpisce la nostra società, ovvero quello di ricercare la perfezione in tutti gli aspetti della vita. In questo lavoro l’autrice porta avanti il concetto di “perfezione imperfetta” e lo fa parlando di donne e alle donne che sono, ancora, le più colpite da stereotipi e violenza.

L’obiettivo del libro è di «generare una rivoluzione interiore che dia un senso alla vita, partendo da debolezze, malesseri, paure e sconfitte. Alla ricerca di un comune sentire in una società che, abbattuti modelli consolidati, sembra annaspare nel definirne di nuovi».

Bisogna modificare il pensiero comune e per farlo è necessario accettare la parte più oscura e difficile di noi stesse, la fragilità e il dolore che inevitabilmente ci colpiscono e ci cambiano. La sofferenza non è sinonimo di debolezza ma è il coraggio di vivere pienamente la vita e le sue difficoltà.

Il desiderio delle donne è quello di essere riconosciute e accettato per quello che sono e per farlo occorre ri-costruire relazioni autentiche.

Immergersi in questo libro significa iniziare un “percorso di resilienza che crede nella possibilità del cambiamento recuperando, con la profondità dei sentimenti delle donne, forza interiore, autostima, solidarietà e benessere”.