Le chiese da visitare a Napoli: rapida guida

chiese da visitare a napoli | santa chiara interno
chiese da visitare a napoli | santa chiara interno

Napoli è una città ricca di ogni forma d’arte e di cultura: si può affermare che Napoli sia Arte e Cultura. In questo articolo vi forniremo tutte le informazioni utili sulle chiese da visitare a Napoli. Piccola premessa, questa è una piccola guida dettata dal gusto personale e facciamo questa premessa perchè la città, oltre queste elencate, pullula di chiese ed edifici stupendi.

Come infatti è ben noto, a Napoli, ci sono circa cinquecento edifici religiosi, tanto da guadagnarsi negli anni l’appellativo di “città delle cupole”.

Le chiese da Visitare a Napoli: Gesù Nuovo

Forse non tutti sanno che questo edificio non è sempre stato un edificio religioso!

Il caso è piuttosto singolare: l’edificio era dei Sanseverino e fu costruito nel 1470 per ordine di Roberto Sanseverino, principe di Salerno.

Dopo circa ottant’anni, nel 1547, Pedro di Toledo lo confiscò e lo donò ai Gesuiti che ne fecero la splendida chiesa che è tutt’oggi (preservando la facciata ed il basamento). 

L’edificio è in stile barocco con pianta a croce greca e suddiviso in tre navate. All’interno, nella cappella della Visitazione, viene celebrato San Giuseppe Moscati (medico e docente universitario), canonizzato da Papa Giovanni Paolo II nel 1987.

All’interno la chiesa è maestosa e ricca, ma la vera “sorpresa” è all’esterno.

Sul bugnato della facciata della chiesa ci sono delle incisioni. Quest’ultime sono di circa dieci centimetri ed incise in aramaico e, fino a non troppo tempo fa, erano un mistero. Questo “mistero” è stato risolto negli ultimi dagli studiosi che hanno capito che il bugnato altro non rappresenta che uno spartito musicale per strumenti a plettro, che si legge da destra a sinistra e dal basso verso l’alto. La durata della “sinfonia” sarebbe di circa tre quarti d’ora.

Titolo dello spartito? Enigma!

Tutte le Informazioni qui

chiese da visitare a Napoli | Gesù Nuovochiese da visitare a Napoli | Gesù Nuovo chiese da visitare a Napoli | Gesù Nuovo

chiese da visitare a Napoli | Gesù Nuovo

Le chiese da visitare a Napoli: Basilica di Santa Chiara 

Nel nostro piccolo tour riguardante le chiese da visitare a Napoli, da piazza del Gesù, facciamo pochi passi per dirigerci alla Basilica di Santa Chiara. Passiamo dal Barocco al Gotico nel giro di pochissimi passi.

Il complesso fu costruito tra il 1310 e il 1340 su volere di Roberto D’Angiò e, nella forma originale, lo stile gotico era predominante. Ma intorno al XVII secolo fu ristrutturata in stile barocco. La storia di questo edificio è piuttosto travagliata: è stato ristrutturato più volte a causa di cedimenti, eventi naturali e guerre. Durante la seconda guerra mondiale un incendio distrusse quasi interamente la facciata, che fu poi riportata all’aspetto originale con un restauro.

L’interno della basilica è un ambiente molto vasto di forma rettangolare, sia in lunghezza, che in altezza. Nella basilica è possibile ammirare un’epigrafe attribuita a Petrarca, opere che sarebbero attribuite al Giotto e le sontuose tombe dei Borboni.

Clicca qui per maggior informazioni

chiese da visitare a napoli | santa chiara

chiese da visitare a napoli | santa chiara interno

Le chiese da visitare a Napoli: Basilica di San Domenico Maggiore

Complesso che si trova in Piazza San Domenico Maggiore, in pieno centro storico, costruito dal 1283 al 1324 per volere di Re Carlo D’Angiò. Anche questa struttura, nel corso dei secoli, ha subito notevoli mutamenti a seguito di guerre ed eventi naturali.

Nel Seicento venne sostituito l’intero pavimento (il nuovo fu ad opera di Domenico Antonio Vaccaro) e tra il 1806 e il 1815, Gioacchino Murat rimosse i Domenicani per farne un’opera pubblica. Negli anni Cinquanta dello scorso secolo ci fu un importante restauro volto ad eliminare i segni della seconda guerra mondiale:

vennero infatti ricostruiti tetti e pareti, un organo del Settecento e alcuni affreschi di Pietro Cavallini, mai portati alla luce fino a quel momento.

Anche questo complesso originariamente, presentava fortissime connotazioni Gotiche, ma a seguito dei diversi restauri, il risultato ottenuto è quello di un mash-up con lo stile barocco.

Clicca qui per maggior informazioni

chiese da visitare a napoli | san domenico maggiore

chiese da visitare a napoli | san domenico maggiore interno

Le chiese da visitare a Napoli: Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco

Dal decumano inferiore a quello maggiore, ovvero salendo da Spaccanapoli a via dei Tribunali, si trova una piccola chiesa, ma non per questo non degna di nota, anzi.

La chiesa si presenta ai passanti con una scalinata con due teschi, teschi ed ossa che sono presenti anche nelle decorazioni dietro la facciata. Ma perché una chiesa si presenta in questo modo tanto da essere conosciuta dai veri napoletani come la chiesa “de’ ’e cape ’e morte”?

La spiegazione è incredibilmente semplice per chi conosce la cultura napoletana e un pò più complessa per il resto del mondo. Una volta entrati nella piccola chiesa c’è la possibilità di scendere nell’antico ipogeo che ospita resti umani anonimi. Questi resti umani sono sempre stati “utilizzati” dal popolo napoletano come “intermediari” per preghiere e invocazioni. Praticamente un collegamento tra il mondo dei vivi e quello dei morti. Un qualcosa di estremamente affascinante ed esoterico.

Clicca qui per maggior informazioni

chiese da visitare a napoli | Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco

 Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco

Le chiese da visitare a Napoli: Il Duomo

Non potevamo che concludere questo piccolo tour tra le chiese da visitare a Napoli con uno dei simboli, se non il simbolo, della fede partenopea: il Duomo di Napoli.

La sede del famosissimo miracolo di San Gennaro (lo scioglimento del sangue due volte l’anno). La struttura, come tante altre a Napoli, è stata sottoposta a molte intemperie naturali e non, come eruzioni del Vesuvio e terremoti (nel 1349 un sisma ne distrusse l’intera facciata). All’interno troviamo la navata centrale, larga circa quindici metri, che nel corso degli anni ha mutato notevolmente il suo aspetto, non per questo perdendo di fascino. Una delle caratteristiche di maggiore fascino è rappresentata dalle 110 colonne di granito orientale ed africano, inoltre l’interno presenta numerose opere di Perugino, Vasari, Giordano, Santafede, Lanfranco, Domenichino, Ribera.

chiese da visitare a napoli | duomo di napoli

 

.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE